Omicidio Desirée, Forza Nuova sabato a San Lorenzo ma il Pd si appella al Questore: "Non dia permessi" 

Il gruppo di estrema destra lancia il corteo per il 27 ottobre. La presidente del II municipio chiede lo stop

Il timore è quello di gettare litrate di benzina su un fuoco già ardente. Il corteo di Forza Nuova a San Lorenzo dopo l'omicidio di Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina prima drogata poi stuprata da un gruppo di immigrati, rischia di trasformarsi in una bomba che il quartiere, oggi, non può permettersi. L'appuntamento è fissato per sabato 27 ottobre alle 16. Ma il municipio spera di scongiurare il sit in. La minisindaca Francesca Del Bello si appella a Viminale, Questura, Prefettura: "Chiediamo di non autorizzare il corteo di Castellino"

Con una nota di oggi, giovedì 25 ottobre, la presidente Pd si rivolge alle autorità competenti. "Ritieniamo che la grave situazione in cui si trova il quartiere San Lorenzo richieda da parte delle istituzioni un segnale forte che richiami innanzitutto il rispetto della legalità" si legge nella lettera. Da evitare invece "atteggiamenti che strumentalizzano il disagio e l'esasperazione di cittadini già immersi quotidianamente in scenari di degrado e di violenza".

D'altronde i toni usati dal gruppo di estrema destra non sono certo forieri di pace e distensione. "Sabato saremo a San Lorenzo per dire basta!, per svegliare il quartiere e il popolo di Roma, per invitare i romani a combattere e ad autorganizzarsi contro clandestini e immigrati che ormai ci hanno dichiarato guerra". Parole cariche di odio, che potrebbero fare da miccia allo scontro sociale, là dove decine di manifestanti, diversi militanti dei centri sociali del quartiere, hanno già contestato duramente Matteo Salvini solo poche ore fa

Schermata 2018-10-25 alle 15.31.56-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Mah...visto il clima a San Lorenzo, il buonsenso direbbe di non permettere la manifestazione, ma la legge tutela la libertà di espressione di tutti. Vi sono appigli legali per impedire la manifestazione? Sembra di no. Anche l'apologia di fascismo dovrebbe prima essere fatta, per poi essere sanzionata. Se si inizia a fare distinguo ideologico-politici fra chi può esprimersi e chi no è la fine della democrazia e dei diritti ad essa connessi. I media danno fin troppo spazio ,a chiunque, in queste occasioni: ognuno può dire la sua senza soffocare gli altri.

  • per equità le forze dell'ordine dovrebbero sgomberare anche i centri sociali visto che hanno alimentato questo casino.

  • Non vi vota più nessuno...xké ancora parlate?!...Spariteeeeeeee!

  • Sto PD ha rotto il caxxo!

Notizie di oggi

  • Attualità

    Baobab, i volontari: "Pronti a resistere, 57 persone ancora in strada". E con il Comune è guerra di numeri

  • Politica

    Ama, è caos bilancio: il collegio dei sindaci ritira l'ok. Bagnacani in bilico

  • Politica

    Multiservizi, slittano gli stipendi per 4000 lavoratori: "Ritardi nei pagamenti"

  • Ostia

    Ostia: spiagge pubbliche abbandonate dopo l'estate a Cinque Stelle, la denuncia

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

  • Blocco traffico Roma, domenica primo stop. Niente auto nella fascia verde: fermi anche i Diesel euro 6

Torna su
RomaToday è in caricamento