Mercati rionali, la Sindaca difende l’apertura: “Se rispettano le regole restano in funzione come i supermercati”

Nella Capitale i mercati continuano a svolgere la propria attività. Sindaca: “E’ un test, si sono impegnati a rispettare le regole del governo. La Polizia Locale li sta vigilando”

Un mercato rionale. Foto d'archivio

Le limitazioni imposte per contenere gli effetti del nuovo Coronavirus non hanno interrotto l’attività dei mercati rionali. Il Campidoglio, all’indomani del DPCM dell’11 marzo, aveva lasciato subito intendere che, a determinate condizioni, gli operatori avrebbero potuto continuare a svolgere la propria attività.

Il test sui mercati

La Sindaca Raggi, davanti le telecamere di “Live-Non è la D’Urso”, ha difeso la decisione della propria amministrazione. “Non è una scelta definitiva, è un test – ha annunciato la prima cittadina di Roma – i mercati ci hanno chiesto di riaprire e gli operatori si sono impegnati in prima persona nel far rispettare le regole stabilite dal governo”. E’ una condizione che riguarda tanto i mercati rionali, quanto quelli privi di recinzioni che si trovano “su strada”. Questi ultimi, dopo qualche settimana di stop, hanno infatti ripreso le proprie attività

Le stesse regole dei supermercati

“La Polizia Locale vigila e se non saranno rispettate le regole non avremo remore a farli chiudere – ha chiarito la Sindaca”. L’obiettivo resta quello di evitare assembramenti e quindi, “le regole” che devono essere osservate, sono quelle che riguardano,  “gli ingressi contingentanti e le distanze di sicurezza” ha ribadito la Sindaca, durante la diretta di domenica 5 aprile. In definitiva sono le stesse prescrizioni cui si attengono anche gli operatori della grande distribuzione. “I mercati rionali vendono generi alimentari. Se riescono a far rispettare le stesse prescrizioni dei supermercati e dei negozi di alimentari, vendendo la stessa merce, per me hanno diritto a restare aperti”.

Le prescrizioni da rispettare

Le regole per garantire la prosecuzione dell’attività erano state subito chiarite dal Campidoglio. Intervistato da Romatoday, l’assessore al Commercio Carlo Cafarotti aveva già spiegato, a metà marzo, quali fossero le condizioni da rispettare. In primo luogo occorreva garantire un perimetro individuato ed individuabile, cosa sicuramente più semplice da garantire per le Associazioni di gestione dei servizi che hanno in gestione i mercati rionali, solitamente recintati. La seconda regola da rispettare prevede un controllo all’ingresso dei clienti, come avviene nei supermercati. Terza ed ultima condizione, per restare aperti, prevede che vi sia uno spazio sufficiente per gli spostamenti, in modo che da lasciare sempre un di distanza tra i clienti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

No agli assembramenti

“Se la polizia locale troverà situazioni in cui le condizioni non sono rispettate – aveva ricordato l’assessore Cafarotti a Romatoday – farà immediatamente smontare tutto”. Davanti le telecamere di Mediaset, la Sindaca è andata a ribadire lo stesso concetto. Gli assembramenti vanno rigorosamente evitati. Ma chi riesce a far rispettare le regole può restare restare aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 19 nuovi contagiati: sono 3826 gli attuali positivi nel Lazio

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento