Urbanistica, consorzi di recupero aree ex abusive: "Opere bloccate"

La denuncia dei consorzi di recupero. Il Comune: "Presto la nuova delibera". Fi: "Faremo manifestazione"

“Il Comune di Roma blocca le convenzioni dei consorzi per le opere a scomputo nelle ex borgate romane”. Lo denuncia Forza Italia capitolino che annuncia come, “subito dopo il 26 maggio, fuori da strumentalizzazioni elettorali”, ha intenzione di organizzare una grande manifestazione con i presidenti dei consorzi. “Perché questa amministrazione”, denunciano in una nota il capogruppo di Fi in Campidoglio, Davide Bordoni, e il Delegato alle periferie del Coordinamento cittadino del partito, Pasquale Calzetta, “sta fermando opere che garantirebbero ai residenti nei quartieri della cintura romana, più servizi e migliore qualità della vita”. 

Dichiarazioni che accendono i riflettori su un tema che Roma si sta ritrovando ad affrontare da almeno 20 anni: portare fogne, strade, illuminazione e servizi a tutti quei quartieri nati abusivamente poi riconosciuti all’interno del piano regolatore, i cosiddetti toponimi. Ma anche completare piani urbanistici con frazionamenti nelle aree libere.

“Sia la realizzazione delle opere a scomputo sia la conclusione dei progetti in alcuni di questi quartieri sono ferme da 3 o 4 anni”, conferma a Romatoday Luciano Bucari, direttore del Consorzio periferie romane, uno dei quattro entro cui si raggruppano le ‘ex borgate’ della Capitale. “Sono fermi i condoni, dai quali il Comune potrebbe ottenere molti soldi, sono bloccate anche le risorse che potremmo mettere in campo per le opere di urbanizzazione. Le convenzioni sono ferme e non c’è alcun tavolo aperto con l’amministrazione capitolina che ci permetta di capire le motivazioni. I consorzi lavorano da tanti anni su questo tema e sono sicuro che con un dialogo operativo qualunque problema potrebbe risolversi. Invece milioni di euro non si possono utilizzare perché non vengono approvate le procedure amministrative”.  

I consorzi nelle scorse settimane hanno incontrato i rappresentanti politici di diversi partiti. “A Roma ci sono 172 consorzi, organizzati in quattro associazioni”, spiega Calzetta. “Mentre si parla di riqualificazione per le periferie, soldi che dovrebbero servire per effettuare le opere in questi quartieri da un lato sono ferme a causa delle lungaggini degli uffici dei condoni e dall’altra perché le convenzioni sono bloccate in quanto l’amministrazione pone dei paletti che impediscono ai consorzi di effettuare i lavori”. 

Dall’assessorato all’Urbanistica del Comune di Roma fanno sapere che “con l’entrata in vigore di nuove norme regolamentari sul tema della gestione degli appalti pubblici, e quindi con la decadenza degli strumenti urbanistici attuativi che regolavano i rapporti tra amministrazione e le associazioni dei consorzi, si rende necessaria una revisione delle modalità operative finora adottate”. Per questo  Roma Capitale “sta per approvare in giunta la delibera che regola la fase transitoria, ovvero che riguarda la realizzazione dei progetti già approvati o in corso di approvazione. Un lavoro complesso frutto anche del confronto con le associazioni e i cittadini. A questa ne seguirà un'altra di regolamentazione generale delle modalità operative delle associazioni”. 

Per l’amministrazione, si “tratta di un percorso che permetterà da un lato di salvaguardare le procedure in corso e quindi di portare a termine quei progetti per i servizi pubblici che hanno già avviato il loro iter di approvazione nelle conferenze dei servizi, dall’altro di regolare le future modalità di attuazione, che passano anche attraverso una ripianificazione di molte aree in cui i piani attuativi sono oggi decaduti e quindi devono essere riconsiderati. Una nuova fase in cui un ruolo fondamentale sarà fatto dai municipi che copianificheranno  le opere, detteranno le priorità e controlleranno l’attuazione”.

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

  • Alla scoperta della pole dance: cos'è e dove praticarla a Roma

I più letti della settimana

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

  • "Ma ce stai a riprende cor cellulare?": lite fuori dal Fiesta e scoppia la rissa, un accoltellato

Torna su
RomaToday è in caricamento