La consigliera grillina di Roma: "Abruzzesi terremotati votino M5s, altrimenti buone baracche a tutti"

Bufera sull'eletta del municipio XIII. Il sindaco de L'Aquila: "Non si deve permettere di insultare la nostra comunità"

Dà agli abruzzesi dei "somari", perché "hanno creduto a questo buffone (Silvio Berlusconi, ndr) che li ha lasciati nelle tendopoli". Sarebbe l'ora di cambiare quindi, e di votare Sara Marcozzi, candidata del Movimento Cinque Stelle alla presidenza della Regione (al voto il 10 febbraio). "Altrimenti...Buone baracche sotto la neve a tutti!".

Sono parole di un amministratore pubblico, non di un troll qualunque. Le ha scritte e poi cancellate (ma scripta manent, basta uno screenshot) la consigliera romana M5s del municipio XIII, Angelica Ardovino. Un lungo post su Facebook (vedi in basso) che in Abruzzo, specie tra i terremotati, ha sollevato un polverone. Un'uscita improvvida quella della grillina, che non trova certo scuse nel clima da campagna elettorale in corso. Il tema è troppo delicato per dare libero sfogo al pensiero, e gli insulti agli abitanti non sono passati certo inosservati. 

Ad attaccarla ci pensa subito il candidato di Fratelli d'Italia, Marco Marsilio. "La Ardovino che dà degli asini agli abruzzesi che non vogliono la Marcozzi alla guida della Regione non è altro che l'esponente tipo del Movimento" scrive in una nota stampa, rimproverando ad Ardovino non solo i toni, offensivi, ma anche i contenuti: "Gli abruzzesi del terremoto 2009 non vivono in baracche" e i pentastellati "sono privi degli strumenti democratici per interpretare la realtà, incapaci di declinare il bene comune, diffidenti rispetto a chi non è dei loro"

Si accoda anche l'esponente regionale della Lega del Lazio Daniele Giannini: "Confondere la politica con le sofferenze di un intero popolo che ancora porta i segni del devastante terremoto del 2009, denota, oltre a una irreversibile superficialità d'animo, anche zero responsabilità istituzionale per il ruolo che ricopre". Chiede poi alla sindaca Virginia Raggi di invitare la 'sua' consigliera alle dimissioni.

Nel frattempo, chi si aspettava le scuse, o almeno qualche chiarimento, è rimasto deluso. E' proprio l'Ardovino, non paga della bagarre scatenata, a tornare sulla questione con un nuovo intervento in bacheca (vedi in basso). Nessun mea culpa, nessun fraintendimento, nessuna spiegazione di un ipotetico messaggio non veicolato in modo giusto. "Attenzione amici" scrive Ardovino "ho il dovere di avvertirvi. La mia pagina - e temo tutte quelle del M5s - è sorvegliata speciale. Quindi attenti a quello che scrivete. Ci controllano di brutto, ovviamente travisando e speculando sopra qualsiasi cosa". Insomma, dalle offese poco eleganti rivolte ai terremotati alle allerte complottiste per mettere in guardia i seguaci: occhio alle spie.

"Una vergogna" per il capogruppo di Fratelli d'Italia in municipio Marco Giovagnorio, che dichiara durissimo: "E' inaccettabile che un personaggio che ricopre cariche istituzionali si permetta di usare frasi simili. Non ci sono altre parole se non inaccettabile". Interpellato da RomaToday ha commentato anche il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi: "La consigliera grillina Ardovino non si deve permettere di insultare una comunità, come quella aquilana, che ha sofferto a causa del sisma e, con determinazione e ostinazione, sta affrontando un complesso percorso di rinascita e recupero della normalità". Poi, entrando nel merito dei fatti, prosegue: "Grazie al governo di centrodestra, che nel 2009 guidava il Paese, è stata data una rapida risposta alle esigenze abitative di migliaia di persone e nessuno è rimasto al freddo come, purtroppo, accaduto a seguito dei terremoti del 2016 e del 2017 che hanno colpito il Centro Italia. Sarebbe opportuno, per non offendere almeno l’intelligenza di chi ascolta o legge le sue parole, che l’esponente del Movimento cinque stelle si informi prima esprimersi su argomenti che, evidentemente, non conosce".

post ardovino-2post 2 Ardovino-2

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

I più letti della settimana

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Perde il controllo della moto e finisce contro il guardrail: morto 27enne romano

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

  • Interrogatori, autopsia e filmati delle telecamere di sorveglianza: giallo di Torvaianica verso la svolta

  • Rapina al McDrive, poi la fuga e lo schianto in scooter

  • Gta Fiumicino: ruba auto, prende contromano il Terminal 1, causa incidente e sale su carro attrezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento