Rolling Stones, polemiche sui costi: "Affittare il Circo Massimo costa solo 7900 euro"

La consigliera del I Municipio, Nathalie Naim, ha effettuato l'accesso agli atti diffondendo la cifra pagato dagli organizzatori per l'occupazione di suolo pubblico. Leonori: "Tariffe vecchie, allo studio delibera per l'aumento"

Questa sera il concertone dei Rolling Stones. Mille steward e duecento uomini delle forze dell'ordine a guardia del Circo Massimo, per un fiume di circa 70mila persone pronte ad accogliere Mick Jagger. E non solo da Roma. A quanto diffuso dagli organizzatori oltre 50mila spettatori verranno da fuori città, dall'estero o da altre regioni italiane. Per un incasso, calcoli alla mano e tenendo conto che il biglietto più economico è stato messo in vendita a 89,70 euro, che non sarà inferiore a 6,3 milioni di euro. 

"A COSTO ZERO" - Già, perché mentre tir e operai lavorano a trasformare il circo d'epoca romana in una maxi arena rock, si ragiona di numeri, con coda di polemiche su costi e gestione. Il Campidoglio ci ha tenuto a precisare in più occasioni che l'evento per il Comune è a costo zero. "Tutte le spese sostenute per gli straordinari della polizia locale, la pulizia dell'area e il prolungamento degli orari dell'attività della metro B verrà sostenuta dagli organizzatori del concerto" hanno fatto sapere con una nota stampa da Palazzo Senatorio. 

"SOLO 7900 EURO PER L'OSP" - Ma il problema sembrano essere piuttosto le entrate. Per qualcuno era doveroso guadagnarci qualcosina di più. "La cifra pagata dagli organizzatori per l'occupazione di suolo pubblico è di circa 7900 euro. Un prezzo del tutto irrisorio". La consigliera Nathalie Naim ha fatto l'accesso agli atti per verificare i conti dell'evento, diffondendo il dato, effettivamente basso. Che non sia la prima volta che il costo dell'occupazione di suolo pubblico in città accende gli animi si sa, tanto che l'amministrazione Marino sta esaminando un testo di delibera per la revisione delle tariffe.

DELIBERA PER AUMENTO TARIFFE - Ed è proprio ricordando l'atto da votare in aula, che l'assessore alla Roma Produttiva, Marta Leonori, risponde alle polemiche. "Sappiamo bene che la cifra di 8.000 euro è bassa e proprio per questo abbiamo già provveduto in sede di giunta (nelle propedeutiche al bilancio 2014) ad aumentare l'occupazione di suolo pubblico per gli eventi a scopo di lucro di 2 volte e mezzo. Ma questo cambio per essere operativo dovrà essere approvata dall'Assemblea capitolina che potrà verificare se ci sono miglioramenti da apportare alla nostra proposta".

Per la Naim ci sono. "La delibera è uno strumento fondamentale e va approvata - spiega - Miriamo all'aumento del 25% sui prezzi attuali, ma ci sono dei cambiamenti da apportare. La tariffa per gli 'eventi culturali', come è stato classificato il concerto al Circo Massimo, non sono state incluse tra quelle da aumentare. Il che vuol dire che anche con la delibera al prossimo concerto simile si incasserebbe la stessa cifra". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento