Emergenza casa, il Campidoglio cerca immobili da affittare con contributo comunale

Possono partecipare sia pubblici sia privati. Ad appartamento vengono messi a disposizione 516 euro al mese

Il Comune di Roma cerca appartamenti da affittare per le famiglie in disagio abitativo. Saranno pagati con 516 euro mensili a famiglia stanziati con la delibera 169, approvata ad agosto come risposta alle famiglie sgomberate dall'ex scuola di via Cardinal Capranica e più in generale come sostegno all'emergenza abitativa. Sia proprietari privati sia pubblici potranno rispondere all'avviso pubblico esplorativo pubblicato sul sito del Comune di Roma e mettere a disposizione i propri immobili che finiranno così in un elenco di case disponibili ad essere affittate con questa modalità.

"Questo strumento è stato predisposto per agevolare la ricerca degli appartamenti da parte dei cittadini beneficiari della misura", spiega in una nota l'assessorato al Patrimonio, "in affiancamento alla possibilità di ciascuno di reperire autonomamente l’abitazione a prescindere dalle unità indicate nell’elenco".

La delibera 169, infatti, funziona come sostegno all'affitto e prevede che le famiglie stipulino autonomamente un contratto e poi si rivolgano all'amministrazione per ottenere il contributo. Un passaggio che per molti si rivela un ostacolo difficile da superare tanto da rendere impossibile usufruire del sostegno. Alcune famiglie hanno raccontato che dopo la pubblicazione della delibera hanno tentato di reperire un alloggio autonomamente, con l'intento di trasferirsi prima dell'inizio delle scuole, ma hanno denunciato la diffidenza dei proprietari di casa verso famiglie che hanno subito uno sgombero. Un problema simile è stato riscontrato negli anni scorso con il cosiddetto 'buono casa' destinati ai residenti nei Centri di assistenza alloggiativa temporanea.

Così ora il Campidoglio vuole provare ad aggirare il problema e a farsi intermediario offrendo a proprietari pubblici e privati 516 euro al mese. "Il contributo economico sarà versato dall’amministrazione capitolina direttamente sull’Iban del locatore per l’intera durata del sostegno, stabilita in 4 anni". Si legge infatti sull'avviso: "Il contratto di locazione degli immobili reperiti attraverso il presente avviso, da sottoscrivere tra il locatore ed il nucleo familiare beneficiario del contributo finanziario [...] dovrà averela durata minima di anni quattro e dovrà  risultare debitamente  registrato all’Agenzia  delle  Entrate ai  sensi  di  quanto  previsto  dalle normative vigenti". Obiettivo: stilare un elenco degli immobili disponibili. Ora si attendono le risposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

Torna su
RomaToday è in caricamento