menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Circo Massimo, non più solo concerti: Tronca apre agli eventi privati

Nella delibera di modifica la dicitura "concerto a pagamento" viene sostituita con la dizione "eventi privati", al fine "di ricomprendere nella tariffa medesima una gamma più ampia di possibili tipologie di utilizzo

Non solo concerti e appuntamenti istituzionali. Il Campidoglio con il Circo Massimo decide di far cassa. Il commissario straordinario Tronca, con una delibera adottata con i poteri dell'Assemblea capitolina, ha disposto una modifica alla deliberazione da lui approvata, tra le propedeutiche al bilancio lo scorso 19 febbraio, con la quale sono state determinate le tariffe e i tassi di copertura del costo di gestione dei servizi pubblici a domanda individuale di quest'anno, tra le quali le tariffe per riprese, filmati ed eventi presso le aree archeologiche e i monumenti principali di Roma.

Niente più aree archeologiche vendute a prezzi irrisori come accadde per il concertone dei Rolling Stones tanto voluto dall'ex sindaco Marino. Ora costerà 15mila euro al giorno più il 5 per cento del costo dei biglietti venduti. Il provvedimento in vista anche del mega show di Bruce Springsteen nell'arena romana. Ma si aggiunge altro con la delibera di modifica. 

Nel punto che riguarda il Circo Massimo, la dicitura "concerto a pagamento" viene sostituita con la dizione "eventi privati", al fine, si legge nel provvedimento, "di ricomprendere nella tariffa medesima una gamma più ampia di possibili tipologie di utilizzo da parte dei richiedenti la concessione". Un gioiello che ora apre potenzialmente a una varietà di appuntamenti. Nella nuova delibera, inoltre, viene specificato che "la maggiorazione della tariffa (15mila euro al giorno per l'affitto del Circo Massimo), corrispondente alla percentuale del 5 per cento dell'incasso dei biglietti venduti, è da intendersi al netto degli oneri relativi a Iva e Siae".

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

    • Cronaca

      Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

    • Cronaca

      Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

    • Cronaca

      Omicidio Nino Sorrentino, residenti sotto choc: "Una brava persona, ben voluta da tutti"

    Torna su