Ex cinema Apollo, il M5s promette: "Fondi per bonifica dall'amianto entro luglio"

La presenza di eternit sul tetto è nota all'amministrazione comunale dal 2016

Finalmente un risultato per l'ex cinema Apollo all'Esquilino. Dopo interrogazioni, petizioni e proteste, sarà liberato dalla copertura di amianto. La soluzione potrebbe essere il fondo di riserva del Campidoglio, da cui attingere le risorse per l'operazione di bonifica dal materiale tossico che si trova sul tetto della di proprietà del Comune. 

Questa mattina una seduta apposita in commissione Trasparenza. Presenti anche la minisindaca Sabrina Alfonsi insieme al presidente del Consiglio municipale, Davide Curcio, e la consigliera Sara Lilli. È stato il I Municipio, infatti, a chiedere più volte all'amministrazione capitolina di intervenire per mettere in sicurezza l'Apollo, su cui pende anche un problema di infiltrazioni. Al centro di un contenzioso, a settembre, ha spiegato Curcio, il cinema è tornato nella disponibilità del Comune. 

LA PROTESTA SOTTO L'EX CINEMA

"Ci siamo attivati subito, perchè sono evidenziati i problemi di infiltrazioni e stacchi, a causa dei quali è stato chiuso il tratto di marciapiede. I cittadini ci hanno contattato e abbiamo fatto una mozione e un'interrogazione alla sindaca Raggi. Ma solo dopo 6 mesi è arrivata una nota in cui si dice che nel 2016 una relazione del Centro amianti ha dichiarato la pericolosità dell'edificio". 

"Siamo preoccupati per la salute dei cittadini - ha aggiunto Alfonsi - la situazione è drammatica. Dal 2 gennaio 2017 il Tribunale ha affidato l'immobile in custodia giudiziale al dipartimento Patrimonio. Un anno e mezzo ci sembra eccessivo, siamo qui per chiedere di intervenire e di iniziare la procedura per lo smaltimento dell'amianto". 

PROTESTA AMIANTO-2

In commissione, anche i rappresentanti dei dipartimenti Patrimonio e Ambiente e la presidente della commissione Cultura, Eleonora Guadagno, che ha annunciato un sopralluogo all'ex Cinema Apollo per il prossimo 25 giugno. Il direttore del dipartimento Patrimonio, invece, ha chiesto una "variazione di bilancio di 1 milione di euro per la messa in sicurezza e la bonifica. Mi è stato detto dall'assessore Castiglione che entro luglio i soldi ci saranno, ma questo non significa che i lavori saranno immediati, perchè le strutture competenti devono dare disponibilità in termini di progettualità".

Ma i soldi potrebbero arrivare prima di luglio grazie al fondo di riserva del Campidoglio. "Oggi stesso parlerò con l'assessore Lemmetti - ha assicurato il consigliere Marco Terranova - per far arrivare in Giunta la richiesta di accesso". Il fondo potrebbe accorciare notevolmente i tempi, anche se a oggi non sono quantificabili. Di certo, gli abitanti non sono disposti ad aspettare ancora. "Dal mio appartamento la copertura in amianto è visibile a 20 o anche 10 metri. Mia madre è morta a giugno per un tumore polmonare. Venite a casa mia a vedere l'amianto scoperto da 20 anni - ha raccontato una mamma che vive vicino all'ex Cinema - è una situazione pericolosa, io ho fiducia nella sindaca, ma non sono disposta ad aspettare ancora".

(Fonte Agenzia Dire)

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento