Cimiteri: "Al Laurentino due forni crematori in più ed estensione di 15 ettari"

E' la proposta emersa in Commissione ambiente, nella seduta dedicata alle condizioni dei cimiteri capitolini, a seguito del dossier denuncia presentato in Campidoglio

Cimitero Laurentino

Serve un incremento dei forni crematori e delle celle frigorifere, con il bando di vendita delle tombe del Verano si potranno effettuare interventi di restyling, Ama poi potenzierà le operazioni di pulizia. Mentre il rapporto costi-benefici delle pratiche è stato valutato tra i migliori del Paese. I cimiteri capitolini sono stati oggetto di una seduta ad hoc della Commissione ambiente. 

Insieme agli uffici cimiteriali di Ama, al direttore di Ama Cimiteri Maurizio Campagnatico, all'avvocato Fabrizio Brunese, all'ingegnere Fabrizio Grilli, al presidente del municipio XV Stefano Simonelli, al presidente della Commissione ambiente del Municipio IX Vincenzo Maisano, i consiglieri capitolini hanno fatto il punto della situazione, dopo le denunce di degrado e scarsa attenzione alla qualità dei servizi offerti da parte del Comitato Tutela Cimiteri.  

Primo elemento individuato, messo in luce dagli stessi denuncianti: le richieste di cremazione delle salme sono in aumento e le sei linee di forni crematori non sono sufficienti a soddisfare la domanda. A proposito, spiega il presidente della Comissione, Daniele Diaco, "vi sarà un incremento del numero di celle frigorifere, che passeranno da 256 a 800 unità". E il cimitero Laurentino "sarà dotato di due linee di forni in più". Un incremento "che ci darà autonomia per i prossimi 30 anni" ma che potrà avvenire solo a seguito "alcuni espropri su aree private e su altre vincolate da Roma Natura" previa Conferenza dei servizi.

Sempre "per quel che riguarda il cimitero Laurentino, oggi in via di esaurimento, il Piano Regolatore prevede un aumento dell'estensione territoriale di circa 15 ettari". Infine - prosegue Diaco - "in attuazione della Delibera A.C. n.24/2015, solleciteremo il bando di vendita delle tombe presenti nel cimitero Verano. Con i proventi previsti, pari a circa 4 milioni di euro, si potranno effettuare altri interventi su Roma".

Per quanto riguarda invece il decoro delle aree, "Ama ha proposto di unire la manutenzione del verde alla pulizia dei cimiteri". La stessa azienda, a poche ore dalla diffusione del dossier-denuncia, ha assicurato "interventi regolari con attività di pulizia e lavaggio nelle parti comuni, mentre ai singoli cittadini spetta la manutenzione delle tombe/loculi affidati in concessione. In collaborazione con il Dipartimento Tutela ambiente di Roma Capitale, Ama effettua anche il monitoraggio delle condizioni fitostatiche delle alberature presenti, l’abbattimento mirato di piante malate, la potature di piante da preservare e la programmazione di piantumazione di nuove essenze arboree"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento