Ciclabile Tuscolana, i lavori iniziano a fine luglio. Non mancano le critiche: "Coinvolgimento tardivo"

Dopo aver rimosso le bancarelle dai marciapiedi prenderà avvio il progetto della ciclabile sulla Tuscolana. Per Stefàno "E' un'opera strategica"

Duemila e duecento metri di ciclabile. Guai a chiamarla Bike Lane, perchè quella che sarà realizzata sulla via Tuscolana sarà a tutti gli effetti una pista ciclabile.Verrà pertanto collocata accanto al marciapiede e sarà serapata dall'area di sosta da un cordolo di protezione. Per realizzare quest'obiettivo, su cui l'amministrazione locale e quella cittadina confidano molto, è stato necessario liberare la consolare dalle bancarelle. Operazione complicata, fortemente  contestata dagli operatori e dalle associazioni di categoria. Ma essenziale per creare lo spazio necessario al transito delle biciclette.

Lo spartiacque per la mobilità

Per  Enrico Stefàno, presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale, quella che si appresta ad essere realizzata nel VII Municipio costituisce "un'opera importante, strategica" addirittura uno "spartiacque". Secondo il pentastellato infatti, l'opera è una sorta di testa d'ariete. Stabilisce un precedente importante: anche in una strada transitata come la Tuscolana, le auto cominciano a lasciare posto alle due ruote. Un cambio di rotta che consente "vantaggi per tutti,  commercio, utenti deboli, interazioni sociali e, sembrerà strano, anche per gli stessi automobilisti perché mancheranno gli spazi per la sosta selvaggia e quindi meno occasioni di congestione". Un progetto "a più mani" perchè, come ricorda Stefàno, nasce dalla collaborazione tra "Commissione, Municipio, Polizia Locale, Roma Servizi per la Mobilità e la Consulta Cittadina sulla Sicurezza Stradale".

Cosa collega la ciclabile Tuscolana

I lavori partiranno a fine luglio e dureranno, come prevede il bando "239 giorni naturali e consecutivi". Quindi per la prossima primavera la pista sarà realizzata e consentirà di raggiungere da una parte il Grande Raccordo Anulare delle Bici e dall'altra viale Marco Fulvio Nobiliore, a Don Bosco, dov'è presente un'altra ciclabile. Come ha precisato il consigliere Stefàno sulla propria pagina facebook "Nei prossimi giorni cominceremo anche un lavoro capillare di informazione circa l'opera e i lavori con tutte le realtà locali".

La contestazione

L'annuncio del prossimo avvio del processo partecipativo, secondo alcuni, parte con un evidente ritardo.  "Il coinvolgimento dei cittadini ad un mese di distanza è inutile – obietta il Settimo Biciclettari, l'associazione di ciclisti presieduta da Dario Piermarini. "Il dato è tratto, avete portato avanti un'opera – obietta l'associazione – di cui  la collettività non ne sentiva il bisogno, lasciando i parchi e le vie dei parchi in profondo abbandono". Per questo il Settimo Biciclettari, ha annunciato di "dissociarsi" dall'operazione in corso. "Roma ha sempre avuto fame di infrastrutture ciclo-pedonali. La risposta che è stata data in passato e che abbiamo sempre combattuto – spiega l'associazione – è stata costituita da frammenti inutili e costosi di piste ciclabili. Questa opera continua quel trend: 685mila euro per 2 km di ciclabile in mezzo al caos della Tuscolana". 

Scommessa o azzardo?

Troppi soldi? Se come fanno i grillini si considera la ciclabile della Tuscolana "una sorta di spartiacque", i fondi spesi rappresentano una forma d'investimento per il futuro. Un modo, come ha sempre ribadito l'amministrazione, per togliere le auto dalle strade. Con la speranza che basti ridurre l'ampiezza della carreggiata per scoraggiare l'utilizzo del mezzo privato. E' una scommessa su cui i Cinque stelle  hanno deciso di puntare. Una scommessa o un azzardo? Saranno i flussi di traffico a determinarlo. La riuscita del progetto, dipende unicamente dalla capacità di ridurre il numero di auto. E l'inquinamento che la centralina dell'Arpa, inevitabilmente segnala. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento