Sospeso Christian Rosso, l'autista del video che spiega perché non passano i bus

La notizia è stata data dallo stesso giovane ai suoi colleghi in Campidoglio dove è in corso un presidio degli autisti dell'azienda del trasporto pubblico. L'assessore Esposito: "Atac ci ripensi"

Il suo video ha fatto il giro d'Italia diventando il manifesto degli autisti Atac accusati di scioperare in bianco e di paralizzare così la città. Christian Rosso, in 11 minuti, spiegava il caos nell'azienda dei trasporti romani. In uno spezzone del video mostrava anche le spiegazioni richieste. In un altro spezzone invece strappava il foglio consegnatogli per annotare la sua versione dei fatti. 

Oggi Christian Rosso è stato sospeso. All'autista è stato recapitato un provvedimento di sospensione a tempo indeterminato. E' stato lo stesso autista a comunicare la notizia ai suoi colleghi che dalle 14 sono in presidio in Campidoglio dove è in corso un sit in contro i nuovi accordi sindacali e l'ipotesi di privatizzazione. A guidare la protesta Micaela Quintavalle, presidente della sigla Cambiamenti-M410. Sempre all'ombra del Marc'Aurelio questa mattina avevano protestato i macchinisti del 'settore ferro'. 

E' stata proprio la notizia della sospensione di Christian ha scaldare la piazza. Gli autisti si sono radunati ai piedi della scalinata del Campidoglio per aspettare l'arrivo del giovane collega e accoglierlo con applausi calorosi e cori di solidarietà. "Saliamo tutti insieme" grida la Quintavalle. "Siamo tutti Christian Rosso" rispondono con i cori i colleghi.

IL VIDEO INCRIMINATO

Rosso si è presentato con un bavaglio alla bocca: "Perché è questo che vogliono, vogliono tapparci la bocca" ha spiegato. Nessun pentimento, alla luce della sospensione, per aver diffuso quel video: "Lo rifarei, ho solo raccontato ai cittadini perchè non passa l'autobus. Ho la coscienza pulita" conferma. Poi attacca: "Non mi riconosco nei sindacati, non mi riconosco nei partiti. L'unica soluzione è Beppe Grillo. Dicono che lavoriamo troppo poco ma non è vero. Con i nuovi accordi non posso chiedere la 104 per mia madre, sarebbe considerata assenza e perderei parte della retribuzione. Se uno chiede le ferie per andare in viaggio deve portare i biglietti aerei. Se va a un matrimonio le partecipazioni. Ma se uno ha accumulato 100 giorni di ferie vuol dire che lavora troppo o troppo poco?".

In suo sostegno la leader di M410 Micaela Quintavalle. "E' assurdo. Io che ho scritto e dichiarato cose molto peggiori di Christian ho ricevuto solo qualche giorno di sospensione. Christian non è solo. Noi siamo qui per dimostrare che ciò che racconta il sindaco Marino sugli autisti Atac non è vero". Quintavalle punta il dito contro i dirigenti: "I cittadini devono sapere che i disservizi di questa azienda non sono responsabilità degli autisti ma della 'troika romana' formata dal governo cittadino, sindacati e dirigenti aziendali. L'unica speranza sarebbe il Movimento cinque stelle". L'attesa è per un incontro con 'il Campidoglio', ma senza troppa speranza: "Sono due anni che chiedo un incontro, ma nessuno ci ha mai ascoltato"

Il presidio si è traformato presto in un sit-in dal microfono aperto. E tutti gli autisti, nonostante il sole rovente, dietro lo striscione "autoferrotranvieri, oggi più che mai uniti e fieri". In molti si sono tolti la camicia azzurra dell'Atac in solidarietà al collega sospeso.

IL VIDEO DELLA PROTESTA - "Siamo tutti Christian Rosso"

Contro la decisione dell'azienda si espresso il neo assessore ai Trasporti Stefano Esposito: "Invito Atac a valutare forme diverse di sanzioni". Non si esprime invece il sindaco Marino: "In questa città purtroppo in passato è accaduto e continua ad accadere che quando qualcuno deve essere punito o licenziato arrivi la telefonata del politico che dice 'No, ha fatto la campagna elettorale': a me non frega niente che ha fatto la campagna elettorale di uno di destra o di sinistra, se fa bene fa bene, se fa male viene giudicato per quello che fa". Poi ha chiuso: "Non mi occupo di amministrazione delle aziende, ma di selezionare le persone che devono poi avere la responsabilità strategica delle aziende, come gli assessori che a loro volta scelgono i dirigenti e i consigli di amministrazione delle aziende di loro competenza".

Solidali all'autista sospeso anche alcuni consiglieri capitolini. In piazza il pentastellato Marcello De Vito: "E' una sanzione spropositata contro chi ha avuto il coraggio di ribellarsi" ha affermato. Solidarietà anche dalla presidente della Commissione Mobilità e consigliere di Sel Annamaria Cesaretti: "Riteniamo che provvedimenti disciplinari in un momento così delicato per l'azienda sono assolutamente fuori luogo. La carenza di organico degli autisti è reale, visto che negli ultimi anni ci sono state in Atac assunzioni clientelari, solo di personale amministrativo. Ci aspettiamo che nel nuovo piano industriale dell'azienda si provveda alla stabilizzazione dei 300 autisti attualmente in organico a tempo determinato". 


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

  • Alla scoperta della pole dance: cos'è e dove praticarla a Roma

I più letti della settimana

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

Torna su
RomaToday è in caricamento