Scuola, niente certificato medico anche per le assenze superiori ai 5 giorni

Il provvedimento è stato approvato mercoledì mattina dal consiglio regionale del Lazio

Per tornare a scuola, anche dopo assenze superiori ai cinque giorni, non sarà più necessario il certificato medico. A partire da questo anno scolastico, il Lazio si adegua ad altre regioni italiane del Centro Nord. Il provvedimento è stato approvato ieri mattina durante la discussione del collegato del bilancio in Consiglio regionale del Lazio. L'abolizione del certificato scolastico è prevista nei casi in cui sia richiesta la certificazione per misure di profilassi previste a livello nazionale e internazionale per esigenze di sanità pubblica.  

"Una scelta per la semplificazione che porta maggiori tutele per i bambini e meno burocrazia per le famiglie e gli istituti scolastici" ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. "Con l'approvazione dell'articolo odierno la Regione Lazio, che è leader in Italia per quanto riguarda le coperture vaccinali e che ha esteso la continuità assistenziale pediatrica anche al sabato, la domenica e nei festivi, decide di ridurre la burocrazia senza diminuire la prevenzione". 

"Si tratta di mera semplificazione" ha spiegato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. "E' una misura presente in Lombardia già da 15 anni e non si sono mai riscontrati particolari problemi". Di parere opposto il consigliere pentastellato Davide Barillari che ha giudicato "irresponsabile la decisione dell'Aula. In questo modo" ha detto durante la presentazione di uno dei suoi emendamenti successivamente respinti "ci si espone a un rischio concreto di aumento di malattie infettive. I genitori che non possono tenere i bambini a casa tenderanno a rimandarli a scuola anche se questi ultimi non saranno perfettamente guariti".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Abolita una formalità burocratica, con certificati spesso finti firmati dai pediatri senza nemmeno vedere i bambini.

    • quindi per eliminare le formalità burocratiche bisogna eliminare i contatti con medici-pazienti...

      • Assolutamente no, al contrario! Si è capito questo dal mio commento? Ho notato che quei certificati vengono rilasciati senza il sacrosanto contatto tra medico e paziente. Allora, se è solo un pro forma, meglio abolirlo.

        • Molti medici prescrivono farmaci, effettuano richieste per visite, vaccini e danno giornate di malattia senza minimamente visitare il paziente. Quindi eliminando certificati scolastici si elimina un problema piccolo rispetto alla grande responsabilità che ha un medico.

Notizie di oggi

  • Politica

    Il lungo lunedì di Ama: Cda e giunta straordinaria per sciogliere il nodo bilancio 

  • Salute

    San Camillo, la ministra Grillo manda i Nas al Pronto soccorso: "Sovraffollamento inaccettabile"

  • Cronaca

    Anzio, violenta la figlia per cinque anni: arrestato militare 45enne

  • Cronaca

    Autista Atac salva ragazza dal suicidio: la 20enne era pronta a lanciarsi nel vuoto

I più letti della settimana

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • La porta dell'autobus Atac si apre in corsa: passeggeri cadono in strada, un ferito

  • Sciopero, oggi a Roma bus di periferia a rischio. Gli orari e le linee coinvolte

  • Tragedia a San Giovanni: precipita dal sesto piano, morta 17enne

Torna su
RomaToday è in caricamento