Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Le femministe tornano sotto il Campidoglio: "Le case delle donne non si toccano"

La manifestazione sotto a palazzo Senatorio organizzata in difesa della Casa internazionale delle donne e Lucha y Siesta

 

In piazza soprattutto contro un momento di stallo ritenuto "ingiustificabile". Una situazione che vede da una parte la Casa internazionale delle donne di via della Lungara a Trastevere, a rischio chiusura. Dall’altra il centro Lucha y Siesta del Quadraro che, dopo undici anni di attività, vedrà il distacco della corrente nei prossimi giorni. Nel mezzo storie di donne che, in queste realtà, hanno trovato un luogo di accoglienza, ma anche di rinascita.

"Le case delle donne non si toccano" è lo slogan con la quale le attiviste hanno deciso di tornare in piazza del Campidoglio nel pomeriggio di oggi, martedì 18 febbraio, per chiedere risposte al Comune di Roma. “Siamo ancora in attesa che la sindaca Raggi ci riceva, che accolga la nostra proposta di risanamento per poter salvare la casa ed andare avanti - spiega Maura Cossutta, presidente della Casa internazionale delle donne - dalla politica pretendiamo risposte, non strumentalizzazioni”.

E mentre decine di donne sono in protesta sotto al Marco Aurelio, dal Comune arriva una nota con la quale si fa sapere che "le donne vittime di violenza che ad oggi occupano, insieme ai loro bambini, l’immobile Atac hanno accettato il piano personalizzato di accoglienza e progettualità offerto da Roma Capitale". 

"Un discorso che per noi va certamente avanti ma che non riguarda tutte le donne che ancora oggi accogliamo e sosteniamo  - spiega Michela Cicculli di Lucha y Siesta - il percorso si sostegno alle donne vittime di accoglienza non è solo garantire un alloggio, ma anche un percorso di inserimento lavorativo e di autonomia che riteniamo fondamentale". In piazza accanto alle attiviste anche Nicoletta Braschi. Una veloce comparsa a sostegno della loro battaglia.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento