Case abusive, domani la prima demolizione ad Artena: "Senza un tetto 22enne incinta"

Lo denuncia il comitato Equi Diritti che lancia l'allarme: "E' una vera e propria bomba sociale". In totale, sui Castelli Romani, sono in programma circa mille demolizioni. "Ma il numero potrebbe aumentare"

I lavori di demolizione di una casa (Immagine di repertorio Ansa)

La prima demolizione è in programma per domani ad Artena. A pochi giorni dal convegno che a Rocca Priora ha riunito cittadini, consiglieri regionali e sindaci, attorno alla vicenda delle demolizioni delle abitazioni abusive realizzate nell'area dei Castelli a partire dagli anni '90, dovrebbero entrare in azione le prime ruspe. La sentenza di demolizione emessa dal Tribunale di Velletri nel lontano 2006 diventerà di fatto operativa domani con un costo dell'operazione, teoricamente a carico dei diretti interessati, ammonta a oltre 22 mila euro.   

Insorge il comitato Equi Diritti che riunisce cittadini dai diversi comuni. "Era stata sospesa lo scorso 6 Marzo, la demolizione di un abitazione in cui viveva, unitamente al compagno, una giovane 22 enne di Artena, al quarto mese di gravidanza. Nemmeno 15 giorni ed ecco la nuova doccia gelata. Iniziano a dispiegarsi gli effetti della bomba sociale" che chiedono assistenza alloggiativa per le famiglie coinvolte. Il comitato si appella alle istituzioni: "Siamo scettici su come i già delicati equilibri di bilancio dei piccoli Comuni, possano farsi carico di un'emergenza del genere. Intervenga il Consiglio Regionale ma sopratutto intervenga il Governo". 

Tra abusivismo e condoni sui Castelli scoppia la bolla

Tutto è partito da un protocollo d'intesa della durata di tre anni firmato nel giugno del 2015 tra la Regione Lazio e la Procura di Velletri. Un documento siglato dal presidente, Nicola Zingaretti e dal Procuratore, Francesco Prete con l'obiettivo di “agevolare e rendere più veloce l’esecuzione delle sentenze e dei decreti che prevedono la demolizione di manufatti abusivi”. In totale sono circa un migliaio le famiglie coinvolte. Numero che potrebbe lievitare, hanno sottolineato più volte dal comitato, "qualora venissero rigettate le richieste di sanatoria del 2003". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ospitateci un "profugo", sicuramente non l'abbatteranno!

  • Rivedetevi "ieri , oggi, domani" di De Sica. Le case abusive vanno abbattute subito.

Notizie di oggi

  • Politica

    VIDEO | Salvini nelle ville sequestrate ai Casamonica: “Simbolo della lotta alle mafie”

  • Incidenti stradali

    Incidente sul lungotevere: perde controllo dello scooter e cade, morto 34enne

  • Politica

    Acea spa, Michaela Castelli è il nuovo presidente: sostituisce l'avvocato Lanzalone

  • Cronaca

    Esplosione alla Posta di Bravetta: banda in fuga con 140mila euro

I più letti della settimana

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Mezza Maratona di Roma: 21 chilometri in notturna, sabato con strade chiuse e bus deviati

  • Ostia: Noemi Carrozza muore in incidente stradale, nuoto italiano sotto choc. Addio a stella del sincro

  • Immersione fatale per un noto chirurgo ortopedico: morto Fabio Lodispoto, operava alla Mater Dei

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

Torna su
RomaToday è in caricamento