Canile Muratella, tra ritardi e proteste salta il Consiglio straordinario: "Dal M5s teatrino vergognoso"

Tra le proteste dei presenti, l'aula arriva alle 18 senza di fatto aprire la discussione. L'ira delle opposizioni

Niente consiglio straordinario. Tra ritardi nell'apertura della discussione e continue sospensioni della seduta, è finita che delle condizioni, pessime, di gestione del canile comunale della Muratella, non si è proprio parlato. C'erano le associazioni animaliste insieme a cittadini venuti appositamente in aula Giulio Cesare per prendere parte alla discussione. Sono tornati a casa con un pugno di mosche. 

"Quello di oggi è stato un teatrino davvero vergognoso - si sfoga il consigliere di Fratelli D'Italia Francesco Figliomeni - messo in scena oggi in aula Giulio Cesare dal M5S che con vari mezzucci ha fatto ritardare di ore l’inizio del Consiglio per evitare di discutere gli ordini del giorno sui canili comunali. Una mancanza di rispetto verso i nostri amici a quattro zampe e verso le tante associazioni a tutela degli animali"

"Credo sia la prima volta che un consiglio straordinario, chiesto dalle opposizioni e stabilito con largo anticipo nella capigruppo, non si svolga nonostante la presenza di numerose associazioni animaliste e nonostante fossero previsti gli interventi di esponenti dell'associazionismo e dei lavoratori" attacca il capogruppo del Pd Antongiulio Pelonzi. "Attraverso una tecnicalità d'aula, la maggioranza ha volutamente ritardato l'inizio della seduta odierna ed ha ripetutamente interrotto la seduta aperta al punto che l'avvio della discussione sui canili e gattili comunali è arrivata a ridosso delle 18, orario di chiusura dei lavori. Alla richiesta delle opposizioni unite di proseguire nello svolgimento del consiglio straordinario, la maggioranza ha votato contro".

proteste canili 1-2

Nel mirino delle tante denunce che vanno avanti da mesi, le pessime condizioni igieniche dei locali che ospitano i cani specie per quanto attiene alla gestione da parte della Asl. Tra i problemi, la mancanza di un reparto per gli esemplari colpiti da infezioni, spesso ricoverati insieme a quelli appena operati. Le associazioni animaliste avevano già scritto una lettera mesi fa alla sindaca Raggi. Senza ottenere risposte.  

proteste canili 2-2

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento