Canili, animalisti e opposizione attaccano: "Gestione vergognosa". Raggi si difende: "Gara triennale pronta"

Caos in consiglio comunale durante la seduta tematica dedicata alla gestione del canile comunale della Muratella

Le associazioni animaliste in rivolta, le opposizioni sul piede di guerra, la sindaca Raggi che ha dato la sua versione dei fatti, presenziando il Consiglio comunale, tematico, che si è tenuto nel pomeriggio di ieri. Oramai sono mesi che fioccano denunce continue intorno all'amministrazione del canile comunale della Muratella. Cani che non ricevono le giuste cure, decessi sospetti, ambienti poco igienici, adozioni mal gestite. Sono tanti i punti contestati al Comune di Roma, che invece difende l'operato di questi anni. 

Raggi: "Pronta nuova gara"

"Attualmente, con due determine dirigenziali del 22 dicembre 2017 e del 23 maggio 2018, è stata approvata la progettazione esecutiva e predisposta per la prima volta una nuova gara europea triennale per la gestione dei canili e gattili di Muratella e Ponte Marconi: abbiamo evidenze che dall'inizio della nuova gestione dal 2017 i cani entrati e in adozione sono un numero sensibilmente maggiore mentre sono calati drasticamente i decessi sia nella struttura del canile rifugio che del canile sanitario". Parole della prima cittadina, che sul tema ha preso la parola dallo scranno dell'Aula. "E' sempre tutto perfettibile, ma siamo abbastanza soddisfatti all'esito della prima gara ponte e lo saremo ancora di più quando il nuovo gestore avrà un contratto di tre anni, nel pieno interesse del benessere degli animali". 

Gara ponte che è stata vinta, lo ricordiamo, dalla società Agro Aversano, "che ha avviato - difende la sindaca - un lavoro profondo di pulizia e ripristino delle condizioni del canile. La società ha provveduto all'acquisto di mangime di qualità per gli animali, che durante l'occupazione era venuto a mancare, e anche alla manutenzione e sfalcio dell'erba". Sarà, ma animalisti e opposizioni non ci stanno. Il Consiglio si protrae oltre l'orario stabilito, tanti gli interventi che condannano l'attuale gestore, Vito Luigi Pellegrino, proprietario della società. Che si difende così. 

La difesa dei gestori di Agro Aversano

"Quando siamo arrivati a Muratella abbiamo trovato cani negli uffici, nei garage, nei corridoi: sembrava più un centro sociale occupato che un canile" spiega intervenendo durante la seduta straordinaria dell'Assemblea capitolina sulle problematiche dei canili e dei gattili di proprietà comunale. Come ha spiegato il gestore, "a Muratella il potenziale di accoglienza è di 399 cani, a Ponte Marconi di 200 ma effettivamente è di 120 perchè uno spazio è interdetto, dato che il dipartimento lo considera non idoneo dal punto di vista igienico sanitario perchè è rivolto verso un muro". 

Per quanto riguarda i dati, "gli ingressi in canile nel 2014 sono stati 1.317, nel 2015 1.588, nel 2016 1.613, nel 2017 1.798, nel 2018 1.964 e nel 2019 a maggio sono 809. I cani in ingresso sono in costante aumento nonostante le strutture possano ospitare solo 400 cani da una parte e 120 dall'altra. I cani presenti a Muratella, rispetto a un'autorizzazione per 399 cani, nel 2014 erano 709, nel 2015 545, nel 2016 580, poi con la nostra gestione il numero è sceso sensibilmente a 512 nel 2017, 422 nel 2018 e 446 nel 2019". Rispetto alle adozioni, "e parlo di adozioni definitive al netto dei rientri - ha sottolineato Pellegrino - nel 2014 erano 710, nel 2015 1.009, nel 2016 965, con la nostra gestione nel 2017 erano 1.203, nel 2018 1.129 e nel 2019 a maggio sono 451. Anche le adozioni definitive dei cani sono quindi sensibilmente aumentate"

FdI: "Ennesimo buco nell'acqua"

Insomma, il Consiglio si conclude con due visioni contrapposte del problema ma nessuna reale soluzione. Gli ordini del giorno presentati dalle forze politiche verranno discussi alla prossima seduta di martedì 25 giugno. "Una balbettante Raggi, che illustrava la struttura architettonica del canile e le sciocchezze poi sciorinate in “percentuale” e con dati falsati delle morti dei cani, sono state l’ennesimo affronto nei confronti degli animali e dei tanti volontari che hanno a cuore il loro benessere" hanno dichiarato  gli esponenti di FDI, Andrea De Priamo capogruppo, i consiglieri Francesco Figliomeni e Lavinia Mennuni, e la consigliera Rachele Mussolini della Lista Civica per Giorgia.

"Da molto tempo stiamo seguendo la situazione vergognosa dei canili e non siamo disposti a retrocedere neanche di un passo per far luce sulla verità, insistiamo nella richiesta di Commissariamento della struttura per porre rimedio alle morti di cani e gatti, purtroppo molto sospette. La Raggi e tutta la sua Amministrazione si vergognino di fronte alla cittadinanza su come trattano povere bestiole indifese che dovrebbero al contrario tutelare, noi andremo avanti per restituire dignità ai nostri amici animali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

Torna su
RomaToday è in caricamento