Canili, arriva il nuovo bando europeo. Anac: "15 anni di affidamenti diretti"

All'istruttoria dell'Anticorruzione che parla di "violazione dei principi di libera concorrenza", il Campidoglio risponde con l'indizione del bando di gara per Muratella e Ponte Marconi

Per i canili comunali arriva il nuovo bando, quello europeo che dopo anni di affidamenti diretti mette a gara la gestione delle strutture per l'accoglienza degli animali di Muratella e Ponte Marconi. L'affidamento del servizio, che verrà aggiudicato dal dipartimento Tutela ambientale con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, decorrerà dall'1 ottobre 2016 e avrà una durata di 12 mesi. 

"Il commissario straordinario, Francesco Paolo Tronca, con tale procedura, ha inteso definire l'avvio di un percorso di ripristino della legalità in un settore che non presentava i requisiti di idoneità - fanno sapere dal Campidoglio - recependo altresì le osservazioni dell'Anac che, da risultanze istruttorie, aveva evidenziato la non conformità del precedente servizio da parte di Roma Capitale. Per il termine e la modalità della presentazione delle offerte sarà possibile consultare il bando che verrà pubblicato in settimana nella Gazzetta ufficiale nazionale e dell'Unione europea".

ANAC: "VIOLATA LIBERA CONCORRENZA" - Una gara promessa da tempo, che arriva immediatamente dopo la pessima fotografia fatta da Anac, al servizio, con apposita istruttoria: per 15 anni sono stati violati "i principi di libera concorrenza". Una storia eterna quella degli affidamenti diretti andati avanti anni a suon di proroghe per Avcpp, Associazione Volontari Canili di Porta Portese, e l'Impronta Onlus. Nel mezzo bandi di gara mai andati a buon fine. L'ultimo avviso pubblicato risale a luglio 2015, un bando ponte in attesa di quello europeo appena indetto, servito solo a creare il caos. 

A vincere i lotti una ditta barese, la Mapia srl, già a capo di un mega canile in Puglia e di una serie di stabulari per animali dell'università di Bari. Una vittoria che ha provocato la reazione furiosa degli animalisti. La Mapia doveva entrare a Ottobre nel canile di Ponte Marconi, ma dopo un primo tentativo bloccato dai volontari, non è più tornata. Da qui ulteriori proroghe fino al bando indetto nelle ultime ore.

"E' l'ennesimo scandalo che investe Roma Capitale, oltre che l'ennesima e intollerabile forma di spreco di soldi pubblici - commenta Carlo Rienzi, presidente del Codacons e candidato sindaco di Roma, in merito a quanto emerso dall'istruttoria Anac sulla passata gestione - abbiamo deciso di presentare un esposto urgente alla Corte dei Conti del Lazio, affinchè accerti i danni per l'erario insiti nella gestione dei canili capitolini. La spesa affrontata dall'amministrazione, infatti, è abnorme e quasi 4 volte superiore le tariffe medie fissate dal Ministero della Salute; soldi incomprensibilmente sottratti alla collettività e che in caso di irregolarità dovranno essere recuperati dal Comune".


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento