Canile Muratella, è allarme sulle condizioni igieniche: "Chiuso reparto per nuova ondata infezioni"

La denuncia delle opposizioni, da Fratelli d'Italia al Partito democratico

Immagine d'archivio

Virus in circolo, reparti chiusi, animali infetti spostati nella sala di quelli appena operati. L'ennesima denuncia sulle condizioni in cui versa il canile di Muratella arriva dal Partito democratico. 

"A causa di una nuova ondata infettiva, sono stati chiusi i settori delle gabbie del canile rifugio e i gatti malati infettivi sono stati spostati in quella che è una sala utilizzata dopo la chirurgia, per ricoverare i cani e i gatti appena operati. Il tutto a causa della scriteriata chiusura delle sale degenza presenti a Muratella e della loro mancata ristrutturazione" attacca il capogruppo dem in Campidoglio Antongiulio Pelonzi. 

"Decine di animali vengono ricoverati verso cliniche private esterne, purtroppo spesso con esito infausto, a spese della collettività, in conseguenza alla mancanza di un reparto di quarantena a Muratella per gli infettivi. Il castello di carta del 'ripristino della legalità', tanto sbandierato dal Movimento 5 Stelle romano nei canili comunali di Roma, si sta sgretolando sotto i colpi della realtà: il benessere degli animali a Roma non è mai stato ad un livello così basso"

L'ultimo allarme era stato lanciato dalle principali associazioni animaliste sul territorio: Animalisti Italiani, Enpa, Lav, Leal, Leidaa, Lndc e Oipa. In una lettera diretta alla sindaca Raggi, si denunciava proprio le pessime condizioni igienico sanitarie della struttura, pubblica, specie per quanto riguarda la zona sanitaria gestita dalla Asl. Se infatti la zona dei box dove vengono assistiti gli animali è gestita dal rifugio Agro Aversano - che ha vinto il maxi bando da 5 milioni e 400mila euro per la gestione della struttura per tre anni - la parte degli interventi sanitari è di competenza dell'azienda sanitaria locale.   

Perché scrivere quindi alla sindaca e non alla Regione? "Il Comune di Roma è il proprietario degli animali ricoverati presso la struttura - spiegano gli animalisti  - e quindi il principale responsabile del loro benessere e della loro salute. Il Comune è pertanto tenuto a vigilare sulle condizioni di detenzione e sulle cure prestate ai cani e gatti di sua proprietà". E comunque, fanno sapere, hanno avviato più volte interlocuzioni anche con l'azienda regionale. 

"Sulla drammatica situazione in cui versano gli animali del canile della Muratella, come Fratelli d'Italia tempo fa avevamo già presentato una denuncia alla Procura della Repubblica e ai Nas. Nelle scorse settimane, infatti, siamo venuti a conoscenza dei numerosi decessi di cani dovuti a malattie infettive e ancora oggi diversi settori delle gabbie del canile sono stati chiusi per la mancanza di sicurezza sanitaria. Ancora una volta l'amministrazione 5 Stelle dimostra una gestione fallimentare e a farne le spese sono gli animali, quando invece il loro benessere dovrebbe essere tutelato". E' quanto dichiarano in una nota gli esponenti di FdI, Andrea De Priamo capogruppo in Campidoglio e Francesco Figliomeni consigliere capitolino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento