Campidoglio, nel Pd comanda la Tempesta ma solo fino al 12 novembre

Prima le dichiarazioni fuori da via delle Vergini: "Ho assunto la responsabilità del gruppo del Pd come mi è stato chiesto da più voci. È stata una decisione unanime". Poi le polemiche e la precisazione: "Incarico provvisorio"

Giulia Tempesta, vice di D'Ausilio e da ieri capogruppo a tempo del Pd

Habemus capogruppo! Erano da poco passate le 15 di ieri, 5 novembre, quando il Pd a Palazzo Senatorio, rimasto orfano del dimissionario Francesco D'Ausilio, sembrava aver trovato  in Giulia Tempesta la nuova condottiera. Era stata lei stessa a parlare al termine della riunione in via delle Vergini: "Ho assunto la responsabilità del gruppo del Pd come mi è stato chiesto da più voci. È stata una decisione unanime". Sorpresa, ma non troppo visto che l'ex vice di D'Ausilio era da tanti indicata come la più papabile per prenderne il posto. Così è iniziata la sfilza di comunicati ben augurali. Il primo è stato il sindaco Marino. A ruota il coordinatore della maggioranza, Fabrizio Panecaldo, gli assessori Pd della Giunta (Estella Marino, Marta Leonori, Paolo Masini e Daniele Ozzimo) e di quello alla Cultura, Giovanna Marinelli, passando per il vicesindaco Luigi Nieri, per il presidente dell'Assemblea capitolina, Mirko Coratti, e per i colleghi di maggioranza, Gianluca Peciola (Sel), Massimo Caprari (Cd) e tutta la Lista civica Marino.

Mentre arrivavano i comunicati d'auguri però contro la Tempesta si è scatenata la protesta di alcun consiglieri capitolini. Lei e Panecaldo i più bersagliati in particolare da Gianni Paris e Pier Paolo Pedetti. Così alla fine la Tempesta è stata costretta a rivedere, o precisare, le proprie dichiarazioni.

"La mia disponibilità è pro tempore fino allo svolgimento della prossima direzione romana del Pd, convocata per il 12 novembre", ha spiegato la giovane rappresentante dei Giovani democratici. La decisione comune del gruppo di stamattina - spiegano alcuni consiglieri, ritenendo questi comunicati "fuori luogo" - sarebbe invece stata una specie via di mezzo: piene funzioni di capogruppo a Giulia Tempesta, e quindi tecnicamente di ruolo, ma solo fino alla direzione cittadina di mercoledì prossimo. L'unica sicurezza, ora,è che per conoscere il reale successore di D'Ausilio, dimessosi dopo la diffusione del sondaggio sulla Giunta Marino, bisognerà attendere ancora almeno una settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento