Campi rom, Campidoglio: "Censimento concluso. Ora a lavoro per chiudere Monachina e La Barbuta"

L'assessore torna anche sull'apertura del nuovo campo a Roma nord: "Non era possibile fare altrimenti"

Laura Baldassarre

"Si è concluso il censimento dei campi realizzato dalla Polizia locale, da cui emerge che ad oggi nei nove villaggi attrezzati, la popolazione Rom è pari a 4mila 500 persone. Finalmente un dato certo su cui basare l’attività di programmazione". Così in una nota l’assessore al Sociale Laura Baldassarre. Il censimento dentro le baraccopoli, lo ricordiamo, era il primo punto del piano per la chiusura dei campi, ancora in fase di bozza e fortemente criticato per la mancanza di informazioni su costi e tempi. 

"Stiamo seguendo il percorso delineato dalla Delibera di Giunta di dicembre: la bozza di piano elaborata dal Tavolo è stata sottoposta alle associazioni, agli esperti, il tutto rispettando i tempi previsti - spiega - nel frattempo abbiamo fornito le direttive per il bando che riguarda i campi de La Barbuta e della Monachina, impegnando le risorse di fonte europea del PON Metro per l’attuazione di una delle priorità del programma della Giunta Raggi: il superamento dei campi. Un’ulteriore azione che ha prodotto una precisa inversione di tendenza rispetto al passato è stato l’intervento sui bandi già pubblicati nella fase commissariale: sono stati recuperati fondi ulteriori che potranno ora essere messi a disposizione del Piano, senza sottrarre risorse ad altre finalità ma utilizzando quanto già stanziato per queste popolazioni".

L'assessore interviene nella nota anche sulla questione dell'apertura di un nuovo campo a Roma nord, procedura di gara confermata dopo lo stop in autotutela per rilievi di Anac. "È stato impossibile revocare il bando per il reperimento di un’area attrezzata nel territorio del Municipio XV o Municipi limitrofi per l’accoglienza e il soggiorno di 500 persone (120 nuclei familiari), in quanto avrebbe comportato l’improvvisa privazione di abitazione per le persone in condizioni di fragilità e di forme di protezione sociale. Si precisa che non si tratta di un ulteriore insediamento".

E ancora la titolare di viale Manzoni commenta la relazione dell'Anticorruzione sul servizio di scolarizzazione rom. "L’Anac, qualche ora fa, ha dato notizia di una sua relazione che fotografa una gestione critica e anomala del servizio di scolarizzazione (settembre 2005-agosto 2015)  che era dedicato ai bambini che vivono nei campi. Negli anni un fiume di denaro è stato utilizzato per interventi quantomeno inefficaci sulle popolazioni alle quali era destinato, con procedure opache, senza una cultura del monitoraggio e della valutazione. Un vero spreco di risorse pubbliche sulla pelle di una popolazione già pesantemente marginalizzata. Non sorprende la reazione di alcune associazioni incredule che un’amministrazione locale stia cambiando passo" conclude l’assessore.  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Proposta: ma buttarle in strada queste 500 persone, e magari aiutare altri 500 italiani o anche immigrati onesti, che magari si trovano anche in condizioni peggiore di questi rom? Ah no, è vero. I rom sono "speciali", loro hanno diritti più importanti rispetto a tutte le altre persone che abitano in questo paese. Lasciamoli vivere nei loro ghetti; lasciamoli proseguire nelle loro tradizioni, dove insegnano a rubare piuttosto che andare a scuola. Che vergogna.

  • E' stato fatto un censimento della popolazione rom che si aggira sulle 4500 persone, presumo che le persone censite, che appartengono ad" una popolazione già pesantemente marginalizzata" siano regolarmente fornite di un documento di identità e di una tessera sanitaria.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio al parco di Centocelle: vasto rogo di sterpaglie sfiora gli autodemolitori

  • Politica

    Emergenza siccità, meno acqua dal lago di Bracciano. Si attende decisione sui nasoni

  • Politica

    Colleferro, cresce la protesta contro la riapertura dell'inceneritore: "8 luglio tutti in piazza"

  • Cronaca

    Via Veneto: ramo si spezza e cade tra i tavolini di un ristorante

I più letti della settimana

  • Cassonetti ribaltati e immondizia gettata dai balconi: ai Due Leoni la rivolta dei rifiuti

  • Emergenza acqua, Raggi firma l'ordinanza anti-spreco: "Limitare l'irrigazione dei giardini"

  • Emergenza acqua, il ministro: "Chiudere i 2500 nasoni di Roma"

  • Lago di Bracciano sempre più basso: "L'ordinanza di Raggi è un insulto al territorio"

  • I rifiuti di Roma nell'inceneritore di Colleferro: M5S e Regione autorizzano la riaccensione

  • Caffarella, dopo le promesse sei mesi di silenzio: così il Comune rischia di perdere una parte del parco

Torna su
RomaToday è in caricamento