Il Campidoglio sfratta la discoteca Cabala: "Debito con il Comune per un milione e mezzo di euro"

L'annuncio su Facebook della sindaca Raggi: "I beni comuni appartengono a tutti"

Il Comune sfratta la Cabala. La nota discoteca piano bar sul lungotevere, di fronte al palazzo della Corte di Cassazione, avrebbe accumulato un debito di un milione e mezzo di euro con il Campidoglio. A darne notizia la stessa sindaca Raggi: "I beni comuni appartengono a tutti e devono sostenere la crescita culturale ed economica, i servizi e il benessere dei cittadini. Siamo rientrati in possesso di un immobile comunale del ‘400, in pieno centro, utilizzato come discoteca e ristorante"

"In assenza di riscontro ai solleciti di pagamento - prosegue la sindaca - la nostra Amministrazione ha disposto la riacquisizione dei locali, dopo che tutti i ricorsi presentati dagli utilizzatori sono stati respinti da Tar e Consiglio di Stato". Poi il plauso ai vigili urbani. "Ringrazio le donne e gli uomini della Polizia Locale, insieme ai dipendenti del Dipartimento Patrimonio e Politiche Abitative di Roma Capitale e a tutti coloro che portano avanti un lavoro costante contro ogni abuso e in difesa degli interessi dei cittadini".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento