Il Campidoglio sfratta la discoteca Cabala: "Debito con il Comune per un milione e mezzo di euro"

L'annuncio su Facebook della sindaca Raggi: "I beni comuni appartengono a tutti"

Il Comune sfratta la Cabala. La nota discoteca piano bar sul lungotevere, di fronte al palazzo della Corte di Cassazione, avrebbe accumulato un debito di un milione e mezzo di euro con il Campidoglio. A darne notizia la stessa sindaca Raggi: "I beni comuni appartengono a tutti e devono sostenere la crescita culturale ed economica, i servizi e il benessere dei cittadini. Siamo rientrati in possesso di un immobile comunale del ‘400, in pieno centro, utilizzato come discoteca e ristorante"

"In assenza di riscontro ai solleciti di pagamento - prosegue la sindaca - la nostra Amministrazione ha disposto la riacquisizione dei locali, dopo che tutti i ricorsi presentati dagli utilizzatori sono stati respinti da Tar e Consiglio di Stato". Poi il plauso ai vigili urbani. "Ringrazio le donne e gli uomini della Polizia Locale, insieme ai dipendenti del Dipartimento Patrimonio e Politiche Abitative di Roma Capitale e a tutti coloro che portano avanti un lavoro costante contro ogni abuso e in difesa degli interessi dei cittadini".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento