Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Botticelle, dentro le scuderie dei vetturini: "Rispettiamo l'ordinanza della Raggi"

Siamo entrati nelle scuderie dei vetturini romani, a Testaccio, per vedere da vicino come si organizzano il lavoro in queste giornate di emergenza caldo. Fuori, i volontari di Earth controllano che non trasgrediscano l'ordinanza.

 

"Non c'è bisogno che vengano qui, a farci sentire sotto assedio - dice il presidente dei Vetturini di Roma, Angelo Sed, riferendosi ai presidi organizzati dalla guardie zoologche di Earth all'esterno delle scuderie -, questo perchè siamo noi i primi a non voler uscire prima di quanto consente l'ordinanza della sindaca Raggi. Non solo perchè andianmo incontro a sanzioni e sospensione della licenza, ma anche perchè siamo i primi a tenere ai nostri cavalli".

Con le giornate che hanno segnato caldo record nella città di Roma, come in tutta Italia, è tornato agli onori della cronaca anche la "questione botticelle". Da un parte i vetturini che con le giornate segnalate con "codice rosso" dalla Protezione civile non possono uscire "a temperatura superiore ai 33 gradi", come indica l'ordinanaza firmata dalla prima cittadina di Roma. Dall'altra gli animalisti, che da due giorni girano il centro storico e presidiano l'esterno delle scuderie di Testaccio per controllare che nessuna carrozzi lavori.

"Se qualcuno di noi trasgredisce alle regole - conclude Sed - sono il primo a dar ragione agli animalisti e a condannare il collega. Ma questo non accade. E in questi giorni siamo usciti sempre rispettando la temperatura, un giorno alle 19, l'altro alle 20. Quando siamo sotto i 33 gradi possiamo lavorare, e lavoriamo. Non si può accettare di essere trattati così senza aver fatto nulla di sbagliato".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento