Bonus bebè: la Regione Lazio accoglie 15mila richieste

Oltre 9.500 gli assegni già erogati, altri 4.500 già approvati. In totale erogati fondi per 7 milioni e 240.000 euro. Per presentare domanda c'è tempo ancora fino al 31 gennaio

Ottimo successo per il progetto Bonus Bebè della Regione Lazio. Sono state finora approvate oltre 15 mila richieste, per un totale di 7 milioni e 240 mila euro finanziati. Delle 15.000 richieste, 9.500 sono già state pagate, con gli assegni erogati erogati dall’Assessorato regionale, sulla base di altrettante richieste trasmesse dai Comuni.

Il progetto prevede l’assegnazione di un contributo una tantum di 500 euro alle neo mamme, residenti da oltre un anno nel territorio laziale e con un indicatore della situazione economica (Isee) inferiore o uguale a 20mila euro.

Le mamme laziali possono ancora presentare la domanda di bonus al Comune di residenza, per le nascite o le adozioni avvenute nel periodo compreso tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2008, fino alla scadenza del 31 gennaio 2009.

A commentare questi dati ci ha pensato l'assessore regionale alle Politiche Social, Anna Salome Coppotelli: “La scelta di avere un figlio è fortemente condizionata da vincoli economici e da incertezze lavorative e per questo la Regione Lazio con l’erogazione del bonus bebè si è impegnata a sostenere le donne che hanno preso la decisione di avere un figlio”.

“Il bonus bebè”, ha spiegato ancora l’assessore Coppotelli, “è un contributo di 500 euro una tantum, che accompagna altre misure strutturali come il potenziamento dei servizi all'infanzia con la creazione di oltre 2.300 posti per bambini da o a 3 anni. E come il contributo alle famiglie numerose con quattro o più figli minori”.

- Tutte le informazioni sugli asili nido di Roma

- La carta bimbo

- Le scuole materne