Ama, nuova tegola: il collegio sindacale boccia il bilancio 

L'azienda: "Parere quantomeno singolare". I documenti contabili hanno ricevuto l'ok del Cda a inizio dicembre

Immagine d'archivio

Tra le righe, è una sonora bocciatura. Senz'altro un parere negativo quello dato dal collegio sindacale di Ama al bilancio 2017 dell'azienda, che attende l'approvazione da parte dell'assemblea dei soci (il Campidoglio). Il bilancio era passato una prima volta in Cda a fine marzo 2018, poi era stato riapprovato dallo stesso cda a dicembre dopo un lungo contenzioso con il Campidoglio per un credito di 18 milioni di euro vantato dalla municipalizzata, con una nota integrativa. 

E ora l'ennesimo ostacolo: lo stop del collegio sindacale. Ma dai vertici dell'azienda si fa notare che "il collegio dei revisori aveva solo pochi mesi fa approvato il bilancio dell'azienda, che nella sostanza è identico. Dunque il nuovo parere è giudicato "quantomeno singolare". Ama sottolinea che "la società di revisione Ernst & Young, che è la società di valutazione tecnica, ha promosso i conti dell'azienda sia prima sia dopo l'ultima integrazione al bilancio da parte del Cda". E che "questa è la cosa più importante". Infatti, come previsto dalle norme, "il collegio sindacale effettua un controllo sintetico mentre la verifica della rispondenza dei dati contabili spetta all'incaricato della revisione legale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Duro il commento dei consiglieri capitolini del Pd, Valeria Baglio e Giovanni Zannola. "All'emergenza rifiuti per il Campidoglio si aggiunge la bocciatura dei conti di Ama. Il bilancio dell'azienda ha ricevuto parere contrario del collegio sindacale, perchè giudicato fallimentare sotto il profilo finanziario e organizzativo. Un fallimento che si aggiunge alla bocciatura dei romani, ormai invasi dalla spazzatura e sempre più esasperati per una situazione che non migliora. Una gestione che è peggiorata di giorno in giorno e che in questi 31 mesi di governo la Giunta Raggi non è riuscita a governare. Manca ancora un Piano industriale ed è scaduto da tre giorni il contratto di servizio. Ci chiediamo come stia operando l'azienda. Abbiamo presentato un accesso agli atti sulla relazione del Collegio sindacale e sul bilancio di Ama. La situazione è così vicina al tracollo che non escludiamo già ora di consegnare tutto nelle mani della magistratura. Una inaudita incompetenza sta governando la Capitale, ci auguriamo che la sindaca ne prenda atto e agisca di conseguenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento