Metro Barberini chiusa, serrande abbassate per protesta: “Economia crollata”

La rabbia di piazza Barberini, via del Tritone e via Sistina dove i commercianti annunciano la serrata straordinaria: “Fatturati in calo, per noi è Natale nero”

foto Instagram @berri_alex

Nove mesi. Tanti ne sono passati dalla chiusura di Barberini, la stazione della metro A interdetta in seguito ad un incidente alle scale mobili.  

Era infatti il 23 marzo scorso quando il nastro dei gradini si è “letteralmente accartocciato” davanti agli occhi impauriti dei passeggeri: una mattinata di panico, quasi un deja-vù di quanto accaduto solo il mese prima a stazione Policlinico e nell’ottobre precedente a Repubblica. Fortunatamente nessun ferito. 

Stazione Barberini chiusa da nove mesi: protestano i commercianti

Per stazione Barberini però da quel giorno nulla è cambiato. I treni non fermano: romani e turisti non possono scendere né salire, potranno forse utilizzarla per il solo flusso in uscita nei prossimi giorni. Ma tempi e modalità sono ancora incerti. 

Così i commercianti annunciano la serrata straordinaria per protestare contro tempi lunghi ed inerzia. Senza la fermata metro a disposizione il Natale, periodo topico per spese e acquisti, da quelle parti è “nero”. Fatturati in calo, guadagni precipitati “del 30-40%” a sentire i negozianti

Piazza Barberini: serrande abbassate contro la metro chiusa

"Siamo isolati e abbandonati dal Campidoglio, vogliamo certezze” – dicono i commercianti di piazza Barberini che per martedì 10 dicembre hanno lanciato un sit in e una serrata di due ore delle loro attività per protestare contro la chiusura della metropolitana.

Serrande abbassate in piazza e nelle strade adiacenti: protestano anche  via Veneto, via Sistina, via del Tritone. 

"Dopo tanto tempo con la metro chiusa e senza soluzioni, la protesta è il minimo dovuto. Intorno a Barberini l’economia è completamente crollata. Mentre ancora devono essere accertate le responsabilità per quanto accaduto e assistiamo al solito scaricabarile, i negozi soffrono. In 9 mesi, almeno per il periodo natalizio, pensavamo che la cosa potesse essere risolta: invece nulla” – ha detto a RomaToday Giulio Anticoli, presidente di Roma Produttiva. 

Nove mesi senza stazione: protesta piazza Barberini

“Con la metro chiusa da nove mesi la zona è in totale depressione: soffrono negozi, attività di ristorazione e anche il cinema. Chi vuole arrivare da queste parti, compresi i turisti, deve scontrarsi con ostacoli e disagi. Questa situazione per noi commercianti, che già incontriamo notevoli difficoltà, sta diventando insostenibile e in questo periodo natalizio la crisi è sicuramente più acuta. Un peccato per una città talmente bella come Roma” – commenta la presidente dell'Associazione Commercianti di via Francesco Crispi e via Sistina, Barbara Mandatori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martedì serrande abbassate per due ore. “Qui con la metro in funzione passavano 15-20 mila persone al giorno. Ora non c’è neppure una navetta. Alla sindaca Raggi chiediamo di sapere quando potremo tornare alla normalità” – dicono da Barberini. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento