Accoglienza, la Prefettura a caccia di strutture per 8mila migranti in arrivo

Il 23 novembre la pubblicazione del nuovo bando per ospitare i richiedenti asilo da gennaio a dicembre 2017. Gli arrivi previsti si aggirano intorno alle 8mila persone. Proteste dal centrodestra nei municipi

Foto Ansa

"Roma non può più accogliere". La sindaca Raggi dice stop ai migranti, ma l'emergenza nel Mediterraneo non si arresta. E dalla Prefettura arriva un altro bando per ospitare richiedenti asilo. Pubblicato in data 23 novembre, l'avviso pubblico valido per Roma Capitale e l'area della Città metropolitana (esclusi i comuni di Ariccia, Ciampino, Castelnuovo di Porto, Gerano e Licenza) cerca strutture per complessivi 8.074 posti presunti, stimati "in considerazione del perdurante afflusso di cittadini stranieri che interessa l'intero territorio nazionale". 

L'appalto è suddivisi in sei lotti corrispondenti a sei aree territoriali. La ripartizioni è calcolata sulla base della popolazione residente e della presenza di centri già esistenti. Eccoli di seguito: Roma 1 (municipi I, II, III, XIII, XIV, XV) per 259 posti, Roma 2 (municipi IV, V, VI, VII, VIII, IX) per 1158 posti, Roma 3 (municipi X, XI, XII, con esclusione del comune di Fiumicino) per 995 posti, Roma 4 (zona nord della provincia e comune di Fiumicino) per 1363 posti, Roma 5 (zona est della provincia) per 1921, Roma 6 (zona sud della provincia) per 2378 posti.

La Prefettura, come sottolineato nel disciplinare di gara, considererà nell'ambito della valutazione di idoneità delle strutture proposte, "l'eventuale presenza di altri centri per l'immigrazione" sul territorio, con "facoltà di ridurre il numero di persone ospitabili per ciascuna struttura proposta, anche in relazione al numero dei cittadini stranieri complessivamente ospitati nel municipio/Comune di ubicazione della struttura, nonché ad esigenze di ordine e sicurezza pubblica". Una rassicurazione tra le righe che non sembra sufficiente a placare gli animi. 

Le polemiche dalle opposizioni di centrodestra sono già partite. "Mentre per il Lazio e per Roma non si trovano risorse per sanità, decoro o messa in sicurezza del territorio, piovono ancora soldi per l’accoglienza dei migranti esponendo la nostra regione al rischio dell’ennesima ondata di stranieri irregolari" tuona il consigliere regionale del Lazio, Fabrizio Santori (FdI) insieme al consigliere comunale Francesco Figliomeni. Nella nota stampa diffusa subito dopo la pubblicazione della gara pubblica, si citano alcuni episodi di malcontento che negli ultimi mesi sono sfociati in proteste e sit in sui territori. 

Dalla tendopoli della Croce Rossa in via Ramazzini, che ha accolto circa 400 migranti, aspramente criticata dalle forze di opposizione alle tensioni all'hotel Gelsomino all'Aurelio. "I cittadini del municipio XII, con ben 2 centri all’attivo e oltre 750 immigrati ospitati, hanno vissuto sulla propria pelle tutto il costo sociale di questo business, che per tutelare pochi preferisce scaricare sui residenti tutte le sue contraddizioni" dichiarano in nota i consigliere di Fratelli d'Italia del municipio, Giovanni Picone e Marco Giudici. E ancora le voci di protesta si fanno sentire anche dal vicino XI municipio. Così Daniele Catalano, sempre consigliere del partito di Giorgia Meloni, mette le mani avanti: "Il sito più a rischio, o quantomeno il più discusso nel nostro territorio, è l’ex Caserma Donato al Trullo, sono mesi ormai che si parla di un centro al suo interno, i cittadini ci inviano foto e rapporti quotidiani di lavori che alcuni operai stanno svolgendo all’interno, con fogne e canaline. Questa eventualità è da condannare e da evitare con tutte le forze. Per di più il sito metterebbe in pericolo anche la salute degli stessi ospiti visto che molti edifici della caserma sono coperti dall’amianto"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento