Impianti sportivi municipali, tanto rumore per nulla: servizi a rischio per ritardi con i bandi

In V è già scattata la proroga al 31 dicembre. Unico ad aver già affidato le gare, il municipio del Centro storico

Immagine d'archivio

Sport pomeridiani a basso costo nelle palestre scolastiche a gestionale municipale. Due ore settimanali di pallavolo o karate al prezzo di 20, 30 euro mensili tra i servizi messi a disposizione del cittadino dall'ente locale. Un'offerta molto apprezzata dalle famiglie e un punto di riferimento importante, da anni, del tessuto sociale dei territori. Ma per l'anno scolastico alle porte, burocrazia e intoppi amministrativi rischiano di non garantire il regolare svolgimento delle attività. 

In V municipio la proroga al 31 dicembre 2018, con determinazione dirigenziale del 2 agosto, è già arrivata. Impossibile o quasi che la gara, pubblicata il 19 giugno con scadenza delle offerte il 30 luglio, venga aggiudicata in tempo per partire a settembre con il calendario delle nuove attività. Tradotto in termini di disservizi: a settembre iscrivi tuo figlio a basket, rischiando di ritrovarti a gennaio che nello stesso spazio - dopo aver pagato magari anche la quota di iscrizione - c'è un corso di yoga per anziani. Anche in XII municipio, Monteverde, il bando è arrivato solo i primi di luglio, proprio il giorno in cui era stato convocato il Consiglio comunale per votare all'unanimità un prolungamento dei servizi. Un gran pasticcio. E, idem come sopra, deve essere ancora aggiudicato. Ritardi e tempi strettissimi anche per II e VI municipio.

E pensare che proprio il M5s in Campidoglio ha fatto i salti mortali per regolare il settore e mettere fine a proroghe e difformità territoriali sui criteri di aggiudicazione alle associazioni sportive. A maggio, dopo tribolazioni di mesi, polemiche, timori delle famiglie di perdere un'opportunità importante, l'aula Giulio Cesare ha licenziato un nuovo regolamento. A questo, chi aveva le concessioni in scadenza a settembre 2018, si sarebbe dovuto attenere. Così è stato, ma per garantire i servizi ci si sarebbe dovuti muovere per tempo. 

E' riuscito invece ad affidare 12 palestre ad altrettante associazioni il municipio del Centro storico. "Siamo molto soddisfatti di essere riusciti a rispettare i tempi" dichiara l'assessore a Sociale e Sport Emiliano Monteverde. La differenza con gli altri? "Ci siamo mossi primi. Quando è uscito il regolamento nuovo in aula il nostro bando era già una bozza pronta. Gli uffici hanno dovuto solo apportare delle piccole modifiche. E' una vittoria di cui siamo molto contenti". 

Mentre in VIII il minisindaco Amedeo Ciaccheri, con delega allo Sport, rassicura i cittadini: "Il nostro bando si è chiuso e l'affidamento sta per arrivare a conclusione. Partono le attività da settembre". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento