Bancarelle, 12 trasferimenti a viale Trastevere: è scontro su meriti e azioni tra Comune grillino e municipio Pd

Raggi: "Municipio si è deciso ad attuare nostra delibera". Sabrina Alfonsi: "Nessun aiuto da parte del Campidoglio"

Le bancarelle dislocate

"Fa piacere che di questo si sia convinta anche la presidente del Municipio I, Sabrina Alfonsi, che dopo due anni si è decisa ad attuare la nostra delibera sulle delocalizzazioni. Spiace invece che negli ultimi 24 mesi abbia preferito la polemica politica al lavoro". Così la sindaca Virginia Raggi sulla delocalizzazione di 14 bancarelle dai marciapiedi di viale Trastevere a quelli di via Merry del Val. Ieri il trasferimento degli ambulanti dopo mesi di lavoro degli uffici tecnici ha acceso la polemica, con le parti, Comune e municipio, pronti a rivendicare l'azione. 

La sindaca su Facebook si scaglia contro il parlamentino: "Amministrare significa fare delle scelte e assumersi delle responsabilità. Noi lo abbiamo fatto e continueremo a farlo. E interverremo laddove chi ha la competenza non dovesse farlo: solo per fare un altro esempio, nel Municipio I c’è un problema di mancato controllo dei dehors e dei tavolini all’aperto dei locali commerciali. Anche in questo caso invito la presidente Alfonsi a intervenire, perché altrimenti dovremo farlo noi". Il clima è teso e a scagliare la prima pietra aveva già pensato la minisindaca Alfonsi, annunciando sui social lo spostamento delle bancarelle e precisando: "Siamo riusciti nell'impresa, ma senza alcun aiuto del Campidoglio". 

A difenderla l'ex assessore al Commercio della giunta Marino, oggi consigliera dem della regione Lazio, Marta Leonori: "Un lavoro che dimostra l'impegno e l'attenzione del Municipio I e della presidente Alfonsi per il proprio territorio e per la sua cura. Peccato che ancora una volta, al di là di sterili polemiche, non ci sia stato alcuna collaborazione da parte della Giunta capitolina, alla quale pure sarebbe spettata questa operazione. Mi auguro che l'atteggiamento possa cambiare per i successivi interventi che saranno adottati".

Le parti politiche insomma si rivendicano il merito. Il partito democratico che ricorda come la delocalizzazione degli ambulanti dalle vie ad alto scorrimento della città sia stato previsto dal Piano Generale del Traffico Urbano del 2015, voluto dall'allora assessore Guido Improta. Vedi via Tuscolana, via Tiburtina, via Appia. Ma Raggi, e a farle eco l'assessore Carlo Cafarotti e il presidente della commissione Commercio Andrea Coia, citando la delibera 30 approvata dall'Aula capitolina nel 2018 che regola una serie di aspetti legati al commercio su area pubblica, tra cui anche le procedure da seguire per trasferire le postazioni. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento