Autostrada Roma Latina: il Comune vota compatto per il No

Ad eccezione dei consiglieri democratici che hanno abbandonato l'aula, tutte le altre forze presenti in Campidoglio hanno bocciato l'autostrada e le bretelle. Chiesto ora l'avvio di una nuova Conferenza dei servizi

Una manifestazione a Tor de Cenci contro l'autostrada

Anche il Comune di Roma dice no all’autostrada a pedaggio Roma Latina. Un risultato storico, unanime. Che acquisisce ancor più forza perché arriva dopo quello degli altri comuni laziali attraversati dalla costosa infrastruttura stradale.

LA CONFERENZA DEI SERVIZI - “Abbiamo chiesto alla Sindaca ed alla giunta di attivarsi urgentemente per mettere in atto tutte le procedure finalizzate ad un confronto con tutti i livelli istituzionali coinvolti nel processo di realizzazione dell’opera, al fine di impedire l’avvio dei lavori dell’autostrada” ha spiegato su facebook il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello de Vito “Contestualmente si è chiesta la convocazione di una nuova Conferenza dei servizi poiché ad oggi vi è una situazione di totale contrarietà all’opera di quasi tutti i comuni interessati dal tracciato del progetto autostradale”.

IL COMPITO DEL SINDACO - Raggi dovrà pertanto esprimere alla Regione ed al Ministero dei Trasporti la posizione unanime espressa dall’Assemblea Capitolina. Unica defezione quella dei Consiglieri democratici, che hanno preferito abbandonare l’aula al momento del voto. Ora, come richiesto dai cittadini e dal Comitato No Corridoio, la Sindaca proporrà di stornare la cifra già stanziata di oltre 485 milioni, per l’adeguamento e messa in sicurezza della Pontina. Al tempo stesso, come richiesto per oltre due decadi dai comitati. Raggi chiederà di verificare  la possibilità di una linea metropolitana leggera in grado di collegare il Comune di Roma con quello di Pomezia. Un’alternativa sostenibile per i tanti pendolari che, quotidianamente, percorrono la Strada Statale 148.

IL NO DEL TERRITORIO - "Dopo 26 anni di lotta dura e incessante, di strenua ecoresistenza, il Consiglio Comunale di Roma ha votato all'unanimità - ha sottolineato soddisfatto il Portavoce del COmitato NO Corridoio Gualtiero Alunni - i consiglieri del PD invece - ha rimarcato il caittadino - hanno preferito abbandonare l'Aula. Ma in Assemblea Capitolina il documento è arrivato dopo un'altra votazione. Quella che, nei giorni scorsi, si era tenuta nel Municipio IX, direttamente interessato dalla realizzazione sia dell'autostrada che della bretella A12 Tor de' Cenci. "In campagna elettorale avevamo detto che ci saremmo immediatamente fatti carico di questo tema - ha ricordato il Minisindaco Dario D'Innocenti - di conseguenza è stata fatta una risoluzione che tutto il Consiglio municipale ha deciso di votare e con la quale si chiedeva al Sindaco di esprimere la nostra contrarietà sia alla Regione che al Ministero dei Trasporti. Ho portato questa richiesta alla Giunta Raggi e da lì è arrivata anche in Consiglio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento