Autostazione pullman a Anagnina, Tibus: "Perché spendere 600 mila euro per un progetto provvisorio?"

Martedì Meleo aveva annunciato: "Spostamento temporaneo, il servizio sarà nel piazzale Est"

Foto Facebook Tibus srl

L'ultimo capitolo del braccio di ferro che si consuma ormai da due anni attorno al destino dell'autostazione dei pullman a Tiburtina si era consumato martedì pomeriggio con una nota dell'assessora alla Mobilità Linda Meleo. Lo spostamento ad Anagnina annunciato dai giornali qualche giorno prima, che avevano dato conto di una delibera di giunta, è "provvisorio". L'intenzione dell'amministrazione è di creare una nuova autostazione nel piazzale Est a Tiburtina.

Un annuncio che non ha fatto riferimento a cosa accadrà nell'immediato all'attuale infrastruttura gestita da Tibus srl che opera sull'area con le autorizzazioni scadute nel merzo del 2016 e non più prorogate ma che non può essere interrotto in quanto si tratta di un servizio pubblico. "Perché spendere oltre 600mila euro (questo il costo per lo spostamento del servizio ad Aanganina, ndr) per un sito provvisorio?" si chiede il presidente di Tibus Giovanni Bianco.

"La Tibus rileva che il predetto progetto di delocalizzazione ad Anagnina comporta un costo complessivo a carico delle casse comunali di 624.000 euro". Di contro, ricorda la società, la Tibus "ha formalmente presentato, ormai un paio di anni orsono, all’assessorato un project financing di riqualificazione dell’attuale autostazione Tiburtina e dell’area circostante per un valore di circa 6 milioni di euro, completamente a carico dei privati, in linea con il vigente codice degli appalti" (qui il progetto illustrato da Romatoday, ndr). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Meleo non ha dato alcun cenno di risposta alla proposta di Tibus e ci si chiede perché. Ma anche altre domande sorgono spontanee e ci auguriamo che almeno a queste l’assessore voglia rispondere". Si chiede quindi: "Perché spendere 624.000 euro di denari pubblici per un’opera sostanzialmente inutile ad Anagnina per stessa ammissione dell’assessore? Perché non è stata avviata la procedura di gara per la gestione dell’autostazione Tiburtina, come peraltro più volte suggerito dalla stessa Tibus? Perché non si è nemmeno preso in considerazione il project financing del valore di 6 milioni proposto ormai due anni orsono?". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento