Odore di gasolio sul bus, autista rifiuta servizio: l'azienda lo punisce, il tribunale annulla la sanzione

L'autista di Roma TPL, sostenuto dai legali dell'USB, ha fatto ricorso davanti al giudice. Il sindacato: "Legittimo rifiutarsi di prestare servizio senza adeguata sicurezza"

Aveva rifiutato di prestare servizio su un mezzo al cui interno si avvertiva un forte odore di gasolio: per questo un autista di Roma TPL era stato sanzionato dall'azienda con un giorno di sospensione

Nel bus odore di gasolio: autista punito per non aver prestato servizio

Un provvedimento disciplinare contro il quale il dipendente, iscritto all’Unione Sindacale di Base e assistito dai legali di USB, ha fatto ricorso al Tribunale di Roma che ha dato lui ragione: ascoltati i testimoni, il giudice  ha infatti disposto l'annullamento della sanzione

"Nelle motivazioni il giudice ha sottolineato quanto da noi sempre sostenuto, cioè che in caso di violazione da parte del datore di lavoro dell’obbligo di sicurezza di cui all’art. 2087 c.c., è legittimo a fronte dell’inadempimento altrui, il rifiuto del lavoratore di eseguire la propria prestazione” - ha scritto in una nota l'USB rendendo noto il caso.

USB denuncia: "Uso intimidatorio dei provvedimenti disciplinari"

"Le cronache raccontano spesso di autobus che vanno in fiamme, mettendo a rischio la vita degli autisti e degli utenti. Non raccontano invece come spesso gli autisti vengano costretti dalle aziende a guidare autobus non sicuri. Proprio per questo motivo l’Unione Sindacale di Base - prosegue il sindacato - è dovuta ricorrere al Tribunale di Roma per denunciare l’uso intimidatorio delle contestazioni disciplinari nei confronti dei lavoratori da parte delle società consortili della Roma Tpl, che gestiscono una parte del trasporto pubblico di Roma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Casi sui quali l'Unione Sindacale di Base assicura massima attenzione. "USB continuerà a non abbassare la guardia nei confronti delle aziende che con i soldi pubblici intendono fare profitto, facendosi beffe dell'incolumità dei lavoratori e dei cittadini e continuerà a sostenere fino alla fine quei lavoratori che hanno  il coraggio di denunciare i soprusi subiti quando segnalano la scarsa sicurezza dei mezzi in attività". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma oggi tre nuovi contagi, sono 862 i casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento