Atac, furti e certificazioni false per giustificare le assenze: 19 licenziamenti

Il bilancio dell'azione disciplinare dell'ultimo anno, Raggi: "Tolleranza zero, chi sbaglia paga"

Non solo richiami e sanzioni disciplinari, in Atac arrivano i licenziamenti per dipendenti "infedeli" o dalle cattive condotte.

Nell'ultimo anno 19 in tutto le persone licenziate per comportamenti in contrasto con gli interessi aziendali e in violazione delle norme contenute nel codice etico e nel codice penale.

Atac, dipendenti infedeli e furbetti: 19 licenziamenti

"In Atac vogliamo voltare pagina rispetto al passato. Questa amministrazione sta ripristinando legalità e trasparenza e non fa sconti a nessuno. Chi sbaglia, paga" - ha scritto su Facebook la Sindaca di Roma, Virginia Raggi

Furti e certificazioni false per giustificare le assenze

Tra i 19 licenziati di Atac un operaio che ha rubato delle parti in rame da una vettura aziendale, due addetti ai parcheggi per furto delle somme incassate presso il Park Partigiani, otto dipendenti che avevano consegnato all’azienda certificazioni mediche false per giustificare le assenze, cinque dipendenti per aver riportato sentenze penali di condanna per gravi reati e tre dipendenti per comportamenti attinenti a droghe e stupefacenti.

Un'azione disciplinare condotta dalla direzione del personale, con l’ausilio della sorveglianza interna. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Sindaca Raggi su licenziamenti Atac: "Tolleranza zero"

"Stiamo coltivando un nuovo clima aziendale grazie al piano industriale improntato su valori, comportamenti etici e sul riconoscimento dell’impegno dei lavoratori. Tolleranza zero - incalza la Sindaca Raggi - per i dipendenti che rubano risorse o beni che appartengono a tutti. Lo abbiamo detto e lo stiamo facendo per tutelare sia tutti i dipendenti onesti che ogni giorno svolgono il loro lavoro per la collettività, sia il nostro servizio di trasporto pubblico". 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

Torna su
RomaToday è in caricamento