Atac, tornano i bus elettrici: i primi mezzi entro la primavera del 2019

Il prototipo di 'Gulliver' è stato presentato questa mattina alla presenza della sindaca

Da sinistra l'assessora Meleo, la sindaca Raggi e il presidente di Atac Simioni

Gli autobus elettrici tornano nella Capitale. Il servizio, che era stato interrotto nell'ottobre del 2017, tornerà in funzione dalla primavera del 2019 sulle quattro linee 'storiche': 116, 117, 119 e 125. Ad aprile verrà riattivata una prima linea ed entro l'estate - quando saranno pronti i primi 25 bus - anche una seconda, con la flotta al completo per il 2020. L'annuncio è scattato questa mattina presso la sede di Atac in via Prenestina nel corso di una conferenza stampa alla presenza della sindaca Virginia Raggi, dell'assessora alla Mobilità, Linda Meleo, e del presidente e amministratore delegato della municipalizzata, Paolo Simioni.

60 minibus Gulliver, '100 per cento elettrici', frutto di un revamping a seguito di gara aggiudicata nel luglio scorso. L'accordo quadro per il revamping dei 60 veicoli, compreso il costo del full service manutentivo per 6 anni, ha un valore di 7,1 milioni di euro. È prevista inoltre la possibilità di effettuare un ulteriore acquisto di nuove batterie per un valore complessivo aggiuntivo di 2 milioni.

I mesi precedenti alla riattivazione della prima linea, prevista per aprile, serviranno per svolgere i necessari collaudi e le prove tecniche, che inizieranno proprio con il prototipo presentato oggi e che verrà testato nelle prossime settimane. L'intervento in essere prevede il revamping di un massimo di 60 vetture entro il 2020.

"Finalmente tornano i minibus elettrici a Roma. Abbiamo lavorato tanto ed è una scommessa che abbiamo vinto" ha commentato Raggi. "Roma aveva una piccola flotta di 60 minibus fino a qualche anno fa, poi è scaduto il contratto e Atac ha internalizzato la manutenzione ma non è riuscita a rimetterli in strada. L'azienda ha scommesso insieme a noi sulla possibilità di risistemare i minibus". 

In merito alla situazione di Atac, ha sottolineato la sindaca, "abbiamo ripreso l'azienda in condizioni critiche e i risultati confermano che abbiamo fatto la scelta giusta. Ci vuole tempo, abbiamo deciso di prenderci il tempo necessario e questi step dimostrano che si può fare: invito tutti a dare credito a questa azienda che ce la sta mettendo tutta e può davvero diventare il fiore all'occhiello di Roma".

Per Simioni "il prototipo 100% elettrico che presentiamo oggi è un simbolo visibile dell'impegno straordinario che abbiamo messo in campo in questi mesi per riportare Atac alla normalità. Non è infatti normale che un'azienda debba interrompere un servizio, come purtroppo è successo con le linee coperte con minibus elettrici, perchè non ha più a disposizione le vetture necessarie per svolgerlo. Questa anomalia è stata sanata. E' una vittoria per Atac, che prosegue il suo cammino verso il risanamento".

Presente anche l'assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Linda Meleo: "Con il rilancio di un servizio a emissioni zero nel Centro storico della Capitale non solo confermiamo il nostro impegno a favore della mobilità elettrica e sostenibile, ma diamo un contributo concreto al miglioramento del trasporto pubblico di superficie. Vorrei ricordare che nei prossimi mesi arriveranno anche i primi 227 nuovi autobus acquistati tramite gara Consip", ha concluso Meleo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In merito alla gara Simioni ha spiegato: "Ci sono segnali positivi. A fine novembre si è chiusa la procedura nei confronti dell'azienda. Dal punto di vista tecnico, una squadra Atac è stata a Bologna la scorsa settimana per incontrare Industria Italiana Autobus (che ha da poco cambiato gestione, ndr) e sono stati informati che hanno iniziato a emettere ordini per attivare la filiera produttiva che tra poco potrà iniziare. È un segnale positivo, ricordando che l'impegno da contratto è di sei mesi. Procederemo al monitoraggio della fornitura, mi impegno a farlo in modo che non possano esserci sorprese nella consegna degli autobus". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

Torna su
RomaToday è in caricamento