Dipendenti pubblici, Bongiorno (Lega): "Criticità con il turn over". Ma il M5s rilancia: "A Roma rinnovato il 21% dei lavoratori"

L'assessore De Santis a RomaToday fornisce i dati sulle assunzioni degli ultimi tre anni

Piazza del Campidoglio

Più 21 per cento di assunzioni in due anni e mezzo di consiliatura, con il picco nel comparto insegnanti. E' il dato chiave fornito dal Campidoglio in risposta alle criticità sollevate dalla ministra della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno. "Nonostante le difficoltà dettate dal quadro normativo di riferimento, abbiamo gettato le basi per rimpolpare organici carenti e in sofferenza" spiega a RomaToday l'assessore al Personale e Servizi anagrafici Antonio De Santis.

Numeri alla mano, quello dei dipendenti pubblici tra nuovi assunti e il contratto decentrato finalmente alle fasi finali, è il fiore all'occhiello dell'amministrazione grillina, quello dove i successi vanno rivendicati. Guai quindi a chi non riconosce quanto fatto, specie se arriva dalla Lega, più nemico che alleato di Governo in questa fase elettorale. 

Il nuovo regolamento per le supplenti

E allora ecco il mini report, aggiornato al 3 maggio. Dal 2016, su gli attuali 22.926 dipendenti, sotto la consiliatura Raggi sono entrati in organico: 1500 educatori di nidi e insegnanti su 6232 (il 24%), 913 vigili urbani su 6199 (il 15%), 11.311 altri dipendenti (il 22%). Numeri che l'assessore ci tiene a rendere noti, specie a fronte del quadro fornito dalla Bongiorno, pronta a ricordare i meriti di palazzo Chigi sul tema. 

"Ho tolto il blocco del turn over" ha detto la ministra in quota Lega. "Ora pronti a 250mila nuove assunzioni". Ma a Roma, con le sole forze dell'amministrazione locale, c'è chi già vuole intestarsi una piccola rivoluzione. "Ripartendo dalla fondamenta che stanno finalmente riacquisendo solidità, è possibile far sviluppare una struttura proiettata verso il futuro - conclude De Santis - una struttura interamente attraversata da una nuova etica del lavoro, in cui venga consentito a tutti di esprimere al meglio le proprie potenzialità, capacità e competenze".

Tra le novità nel settore dei dipendenti pubblici, anche da marzo un nuovo canale per reperire risorse, con la cosiddetta "messa a disposizione", oltre a corsi di formazione e regole certe per le chiamate delle insegnanti. In giunta è stato firmato a marzo un nuovo regolamento che abrogando normative degli anni '90 andrà a facilitare, è la promessa, il reperimento delle maestre per asili nido e scuole dell'infanzia. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

Torna su
RomaToday è in caricamento