Esposito litiga e bestemmia in Aula: "Mi scuso, ma perdo la testa quando un fascista mi aggredisce"

A far perdere la pazienza all'assessore, il consigliere di opposizione Dario Rossin (Forza Italia). Durante una discussione animata, Rossin si è alzato e si è avvicinato allo scranno dell'assessore. Lì le parole di troppo. E poi le scuse su Twitter

Ennesimo scivolone per l'assessore Stefano Esposito. Dopo i cori "Roma m****" e il passato da ultrà bianconero riemerso con fierezza durante un'intervista in radio, al senatore dem è "scappata" una bestemmia. In aula Giulio Cesare. 

A far perdere la pazienza all'assessore durante una seduta di assemblea sui trasporti, il consigliere di opposizione Dario Rossin (Forza Italia). Durante una discussione animata, Rossin si è alzato e si è avvicinato allo scranno dell'assessore. Lì le parole di troppo. E poi il mea culpa su Twitter.

"Chiedo scusa per la bestemmia scappata in assemblea capitolina. Purtroppo quando un fascista mi aggredisce, perdo un pochino la testa", ha cinguettato. L'alterco è avvenuto durante l'illustrazione di una pregiudiziale in assemblea. Il consigliere comunale di Forza Italia si sarebbe arrabbiato per "l'atteggiamento scocciato dell'assessore". 

"Mentre lei parla io sto lavorando a due cose contemporaneamente", è sbottato allora Esposito. Rossin ha lasciato la propria postazione.

Rossin dopo l'accaduto ha chiesto a gran voce "pubbliche scuse da parte di Stefano Esposito che si è reso responsabile di un atteggiamento intollerabile durante la seduta. Si è rivolto a me, che in quel momento rappresentavo l'opposizione, con fare arrogante e proferendo addirittura una bestemmia ripresa in video dal collega Pomarici. Da cattolico credente mi sento profondamente offeso. Chiedo le immediate dimissioni di Esposito". 

Da parte sua l'assessore interpellato sull'accaduto, ha dato la sua versione. Rossin "è venuto al mio scranno con tono minaccioso...e poi io mi conosco, mi è scappata. Bisognerebbe evitare di perdere la testa. Però, insomma, niente di che, al Senato vediamo cose peggiori". 

Ma la polemica infuria, e c'è chi chiede le dimissioni. "Mai - sottolinea il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma - ci saremmo aspettati che una delle ultime perle di Marino sarebbe stata quella di nominare un senatore assessore bestemmiatore. Penso sia il caso che l'assessore Esposito rassegni le sue dimissioni, per rispetto dei cittadini, dopo aver chiesto scusa a tutti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Concorso Mibac, bando per 1052 assunzioni in tutta Italia. Tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento