Il sigillante non è magico, la strada resta crepata. Gatta: "Materiale di protezione, non ricostruisce il manto"

La difesa dell'assessore: "L'esito del test potrà dirsi acquisito fra qualche mese"

"Il materiale non ricostruisce il manto stradale ma lo sigilla, esattamente com'è ora, con una sorta di pellicola che blocca il tempo di invecchiamento". L'assessore ai lavori pubblici Margherita Gatta si difende. Il sigillante a base di Gelsonite testato in questi giorni sulle strade di III e VIII municipio (dove il 10 giugno si va a votare) non sembra aver modificato l'aspetto del manto stradale, come RomaToday ha potuto verificare ieri pomeriggio, in via Galba, prima strada scelta per la sperimentazione.

Sul tratto interessato è cambiato solo il colore, più scuro, ma sono rimaste le stesse crepe presenti in precedenza, tecnicamente denominate "ormaiature". E dalle opposizioni si levano subito attacchi rivolti a Gatta. "Ecco la soluzione posticcia a Cinque Stelle, quella dell'ultimo minuti per prendere voti" è il commento del gruppo Pd capitolino. Ma la titolare ai Lavori pubblici replica a tutti su Facebook, con un lungo post dove fornisce la sua spiegazione (vedi in basso).

"Si è appreso dalla ditta che il prodotto si è correttamente depositato all’interno delle fratture dell’asfalto e nelle crepe. Ci tengo a ripetere che le strade scelte sono già ammalorate e selezionate dalla ditta proprio per questo motivo al fine di effettuare i test nelle condizioni peggiori e fermare il processo di degradazione in atto". E ancora: "Il materiale non ricostruisce il manto stradale, ma lo sigilla, esattamente com’è ora, con una sorta di pellicola che blocca il tempo di invecchiamento. Tutto questo confermato dalla ditta che ha fatto una ispezione quest’oggi alle 19.30. L'esito del test potrà dirsi acquisito fra qualche mese".

Dunque è presto per giudicare. E la strada liscia come un tavolo da biliardo non era il risultato che i cittadini si sarebbero dovuti aspettare. Intanto la stesura prosegue in via Capraia, III municipio, ma sempre tra le polemiche. Non solo per i risultati del sigillante, ma per la sua portata, come dire, elettorale. La scelta di testare la Gelsonite (depositata da una società romana a titolo gratuito per questa prima fase sperimentale) proprio nei due territori chiamati alle urne il 10 giugno ha scatenato le forze di minoranza contro l'amministrazione grillina. Perché per molti si è trattato di una ricetta come un'altra per catalizzare il consenso dei romani. Piuttosto servirebbero gare pubbliche da assegnare in tempi certi, e rapidi, e fondi sufficienti per rifarle le strade, oltre che sigillarle. 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • Non sigilla....protegge le buche presenti così tra 2 anni quando finalmente se ne andranno diranno che hanno lasciato Roma come l'hanno trovata. No perché sono cinque stelle ma un assesore come gatta dopo questa genialata... deve andare a casa. Mettessero qualcuno di competente!!!

    • Adesso ce li abbiamo anche al governo sti geni, vediamo che altri disastri riusciranno a fare

  • L'unico sistema di manutenzione efficiente utilizzato in tutte le aziende è semplicemente quello che prevede i tempi di deterioramento e programma in funzione di questi gli interventi di rifacimento. Come dovrebbe accadere per l'illuminazione stradale conoscendo i tempi medi di durata delle lampade al loro scadere (qualche giorno prima) si sostituiscono. Da noi si aspetta sempre il fulminamento o la buca cosicché s'insegue sempre l'emergenza che tale non dovrebbe essere.

  • domanda; ma se si forma una specie di pellicola, quindi presumo liscia, non vi è pericolo che quando piova e ci sia fogliame sulla strada si rischi di slittare con la macchina, specialmente se si frena di scatto. spero che i tecnici questo lo abbiano previsto

    • Te che dici??? Questo sistema si usa anche per le piste di aeroporto.

      • Genio, si usa su asfalti nuovi o comunque integri per preservarne le caratteristiche, su manto stradale usurato, deteriorato e dissestato come quello di Roma non serve a nulla

      • Si ma si usa sulle piste in condizioni buone, no sulle strade ammalorate, a coso

  • ...nn serve molto. La germania ci può insegnare sul rifacimento stradale, ma no... noi dovemo sempre fa la cosa opposta e cioè andarci a cercare ulteriori complicazioni facendo dei test creando scompiglio al già casino giornaliero. A tecnici dei miei scarponi, andate ad imparare li dove è già un successo...

  • Questi lo fanno gratis allora?

  • La verità è che se dovesse funzionare addio magna magna.

    • Hahaha

  • Ma sono fatti apposta per essere presi in giro

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Sangue sul lungotevere: quattro morti e cinque feriti per incidente in una settimana

  • Politica

    Atac, Ferrovie c'è: "Di fronte ad una gara, pronti a partecipare"

  • Cronaca

    Estorsioni e minacce ai parenti di chi non paga la droga: nuovi guai per Antonio Casamonica

  • Cronaca

    Giallo a Valmontone: uomo trovato morto nel letto di casa. Ipotesi omicidio

I più letti della settimana

  • Schianto sul lungotevere, due morti. Perde la vita lo chef stellato Alessandro Narducci

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Ostia: Noemi Carrozza muore in incidente stradale, nuoto italiano sotto choc. Addio a stella del sincro

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

  • Prenestina: provoca incidente, ferisce due bimbe e scappa a piedi. Rintracciato pirata della strada

Torna su
RomaToday è in caricamento