Rimozioni, dopo due anni di discussioni e promesse il Campidoglio sbaglia la gara: bando annullato

Lamparelli: "L'assessora Meleo e Giampaoletti non ci hanno ascoltato. Il loro un vero e proprio fallimento"

Prima la sospensione, un mese dopo l'annullamento. Parliamo della gara per le rimozioni delle auto in sosta selvaggia che è stata ufficialmente bloccata dal Campidoglio con una determinazione dirigenziale del dipartimento per la razionalizzazione della spesa. Uno stop che arriva un mese dopo la sospensione a scopo cautelativo a seguito di rilievi formali, relativi in particolare a interpretazioni "controverse" rispetto ai requisiti partecipativi, posti da alcuni operatori. Il Campidoglio si era detto tranquillo, ma per prudenza aveva sospeso la gara. Nei fatti però avevano ragione le aziende e Palazzo Senatorio, facendo ammenda, ha annullato la gara, annunciando modifiche e l'indizione di un nuovo bando. 

"Un vero e proprio fallimento", commenta Rocco Lamparelli responsabile trasporto Pd Roma, che segue la vicenda sin dal commissariamento targato Tronca. "Dopo due anni di discussioni, incontri, riunioni e commissioni, il direttore generale Franco Giampaoletti e l'assessora Linda Meleo hanno partorito una gara che avevamo criticato sin dall'inizio per diversi motivi. Oggi ci ritroviamo con un procedimento annullato e con un servizio non reso che penalizza la mobilità di tutti i romani". 

Così la Capitale resterà ancora senza un servizio per la rimozione delle auto e il prossimo novembre si celebrerà il terzo anno consecutivo senza il supporto dei carri attrezzi. Era il 4 novembre 2015 infatti quando  l'allora comandante della Polizia Locale di Roma Capitale, Raffaele Clemente, per problemi contributivi risolse il contratto con Clt e fece una determina in cui chiedeva alla Italsoccorso Srl di poter usufruire dei depositi giudiziari autorizzati per poter svolgere il servizio di rimozione. I mezzi dei depositi giudiziari però possono intervenire su un numero limitato di casi, non avendo mezzi adatti in particolare per le strade più strette. 

L'allarme, lanciato da tempo, ha portato l'amministrazione ad interessarsi del problema. A lungo il Movimento Cinque Stelle, con in testa Enrico Stefano, presidente della commissione Mobilità, e Linda Meleo, aveva deciso di puntare forte sull'afffidamento ad Atac. A giugno 2017, complice anche la decisione di utilizzare il concordato per provare a salvare l'azienda dei trasporti, si è cambiato strada. Dopo diverse riunioni e varie analisi di mercato si è giunti finalmente a bandire una gara il 31 maggio scorso. Lo scorso 9 luglio però la sospensione, poi trasformata in annullamento. 

Stralcio determina rimozioni-2

Cosa è successo? Nei fatti la gara presentava numerosi problemi che da un lato avrebbero limitato la partecipazione ad un numero minore di aziende, dall'altro avrebbero favorito aziende piccole o improvvisate. Ad accorgersi che qualcosa non andava gli operatori che hanno presentato formali quesiti subito dopo la pubblicazione del bando. Il Campidoglio nella determina parla di 

"una più attenta riflessione" (giunta dopo 2 anni di discussione su come strutturare la gara, ndr) che ha portato a capire che "l'innovatività della gestione del servizio di cui si tratta, mediante una piattaforma tecnologica web, la quale attraverso un'aggregazione dell'offerta consentisse di espletare le attività connesse alla rimozione dei veicoli con maggiore efficienza, efficacia ed economicità, ha indotto l'Amministrazione a conciliare le esigenze di configurare i requisiti di partecipazione sia con riferimento alla piattaforma tecnologica che all'espletamento del servizio di rimozione e servizi accessori "sopravvaluntando" in termini economici il fatturato specifico medio annuo richiedibile. Pertanto si è ritenuto opportuno rivedere il requisito di capacità economico finanziaria". 

Traducendo dal burocratese, nel bando di gara veniva richiesto un fatturato che nessuna delle aziende del settore ha. Nel seguito della determina si fa riferimento ad una criticità quale la "non chiara definizione dell'oggetto contrattuale che consiste nella gestione e nell'organizzazione del servizio di rimozione". La gara annullata aveva come oggetto "gestione di una piattaforma aggregatrice web finalizzato alla rimozione di veicoli". 

Stralcio determina rimozioni 2-2-2

Nella determina si segnala come un problema l'aver chiesto agli operatori il contratto di un solo carro attrezzi. "In sostanza", spiega Lamparelli, "avrebbe potuto partecipare anche una persona acquistando un carro attrezzi iscrivendolo a questa piattaforma web".

Era stato lo stesso Franco Giampaoletti, Direttore Generale di Roma Capitale, ad illustrare le differenze del nuovo servizio. Rispetto a quello tradizionale, il modello di business prescelto dall'amministrazione a Cinque Stelle comporta una riduzione dei costi. Si trova un soggetto, un'impresa, assimilabile a 'My Taxi' o 'Foodora', che non abbia in pancia i mezzi e il personale necessari all'esecuzione ma che sia in grado di predisporre un'organizzazione amministrativa, con software, hardware e call center, e che poi possa affidare a società esterne e dedicate, consorziate, il servizio di rimozione. Ed è stata questa la strada perscelta.

Il modello di business individuato, come aveva avuto modo d'illustrare lo stesso dg in commissione, è in grado di abbattere il numero di rimozioni necessarie per garantire la sostenibilità economica di un buon 40-45%. Da qui la possibilità di ridurre da 4 anni agli attuali 28 mesi la durata dell'appalto che, complessivamente, avrà un importo di 3,5 milioni. 

La gara era stata fortemente criticata quando era stata presentata in commissione. "Avevamo supplicato Meleo e Giampaoletti di tornare sulle loro decisioni", spiega Lamparelli. "I problemi che emergono oggi erano stati posti nelle sedi dovute. Ora che c'è da pensare alle modifiche e alla nuova gara, il nostro invito è a prevedere anche delle norme che tutelino maggioramente i lavoratori".

dipar-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (33)

  • Mi dispiace doverlo dire. ma in questa occasione l'Amministrazione Capitolina si è dimostrata inadeguata. Avrebbero dovuto, prima di annullare la gara, chiedere un parere all'Avvocatura dello Stato...

  • Non è che l'articolo sia chiarissimo. Se effettivamente le critiche, fondate e rivelatesi giuste, sono state ignorate è un errore grave che può essere perdonato solo se ora si corregge bene e in fretta. I Romani sanno capire che si può sbagliare, ma devono poi vedere il giusto e rapido ravvedimento e i conseguenti risultati.

  • Questo dimostra come la politica non sia per tutti...non è vero che basta avere la voglia di cambiare le cose per saperlo fare. La politica è una cosa seria e non ci si può improvvisare. Questi non sono in grado neanche di fare un bando di gara come si deve. Fra 20 anni Roma sarà implosa definitivamente

    • Meglio implosa, così dalle macerie si rinasce.... Mentre con cittadini che stanno solo a criticare senza dare nulla, si vivrà solo male....

      • Ma perchè i 5 Stelle che cosa facevano prima? O vuoi che ti ricordo DiMaio a chiedere le dimissioni al comune x poi non farlo con il suo Sindaco indagato?

        • Guarda che nella storia politica Romana gli unici che hanno fatto dimettere da un Notaio il Sindaco Marino ( a mio parere unico Sindaco decente che voterei di nuovo )sono solo quelli del Pd... Ovviamente non commentiamo il centro destra che si autoesclude da solo visto il livello pessimo..... I Cinque Stelle li aspettiamo a fine mandato e poi se non hanno dato, via a calci...... Scusate, i Romani non hanno pazienza, pensavano che tutto si risolveva in due giorni... d'altronde la città è piena di Sindaci, Ingegneri, Allenatori tutti bravi sui post.....

          • nessuno con un po' di buonsenso pensa che in poco tempo tutto cambi radicalmente, anche se spesso i grillini lo hanno fatto intendere, ma dopo 2 anni (tra poco avranno governato piu di Marino) dei primi segnali concreti di inversione sarebbero dovuti arrivare, invece su tutti i fronti importanti stanno fallendo, imboccando strade inutili, costose e pericolose. Aridatece il Commissario Troncaaaaa

            • Fabio secondo il codice degli appalti due anni sono il tempo indicato come medio, per arrivare alla conclusione di una gara pubblica. E comportano una gran mole di lavoro, difficile da comprendere per un cittadino comune.Tali gare sono ricominciate con questa amministrazione e con tutte le difficoltà di avere una dirigenza al 70% indagata che non firma gli atti necessari, per evitare responsabilità. Ciò significa che la resa dei conti di questa amministrazione comincia ora. Se i risultati saranno inappropriati (difficile secondo me visto il baratro in cui ci hanno cacciato i "competenti";) allora sicuramente perderanno alle prossime elezioni comunali.

  • Io spero solo che il dirigente incaricato sia stato messo ad attaccare francobolli sulle lettere, altrimenti è uno schiaffo a chi vi paga lo stipendio

  • Venditori di fumo, incompetenti e soprattutto incoerenti!

  • Non ci credo! I 5 stelle sono insediati da oltre 2 anni! Parole parole parole ora che governano, anatemi, accuse di ogni genere e attacchi vergognosi quando erano all'opposizione. Penso però che la loro capacità comunicativa e di persuasione sia da premio Oscar visto che i loro tifosi li sostengono e difendono sempre e comunque come se si trattasse di un figlio...

  • una piattaforma web che avrebbe semplificato.....bla bla bla. questi pensano che basri un po di informatica a sopperire il piattume delle idee e l'incapacità. vergognatevi, non state giocando ad un videogioco, state governando una citta.

  • Per parlare così siete tutti dei parcheggiatori professionisti..da tre anni che non portano via macchine.. Questo è il problema.. Evidentemente vi muovete tutti con i mezzi pubblici.

  • il problema non sta tanto nel dilettantismo, non sono necessariamente degli sprovveduti, ma nel loro accanito spoil system. Perché non ascoltano le (rare) persone competenti ed oneste delle deprecate amministrazioni precedenti? Magari qualche idea gliela potevano dare.

  • Questo emerge non perché sono inesperti ma perché è tutto alla luce del sole , c'è un problema ? Bene si ricomincia ma si fa BENE ...intanto agli espertoni di prima non gli rimane che lasciare dichiarazioni con i soliti slogan triti e ritriti Ciao cari stateme bene

    • DA COSA DIPENDONO GLI SPRECHI NELLA P.A.? Secondo una ricerca condotta dalle tre Università di Tor Vergata, Columbia University e London School of Economics, gli sprechi della Pubblica Amministrazione nel settore degli appalti ammontano a 30 miliardi di euro all’anno e sono dovuti per l’87% a incapacità e incompetenza degli uffici tecnici e degli amministratori, e per il il 13% alla corruzione (da Presa Diretta RAI del 15.01.2018)

      • cosi è facile mi indichi le date in cui sono stati presi questi dati

          • il professore dice cose condivisibili che dicono un po tutti da anni...ovvero corruzione diffusa,incapacità,e leggi insabbiate per snellire la macchina......si ma a livello NAZIONALE ,ovvero fa un discorso generale sulla macchina degli appalti pubblici ...e qui veniamo al dunque ..chi gestisce le centrali di acquisto in italia è la consip...e si veniamo allo scandalo che indovina chi ha visto protagonisti ? e certo il tuo fido amichetto renzi e il ministro lotti ...con una spy story tra generali mafiosetti e passaggi di danaro....insomma a fine discorso la tesi dello studio non è riconducibile direttamente alla raggi...anche perchè se la puntata era del gennaio 2018 si riferisce a studi passati in cui roma la raggi sicuramente non ha fatto ...al limite ci stava il commissario tronca che a debito ha fatto fare dei lavori in affidamento diretto per mantenere i servizi essenziali

    • Dai sto commento fa ride! Voglio conoscere quell imprenditore che paga per rifare visto che si è incapaci. Quello che rifanno lo fanno a scapito di cittadini che pagano per essere governato e soprattutto per avere SERVIZI. Roma è abbandonata per l incapacità di questa giunta. Tra il dire ed il fare c è di mezzo il mare, ma soprattutto il CORAGGIO.

    • I sostenitori 5 stelle sono iper tifosi... hanno sempre la risposta pronta per ogni fesseria che fanno... Non hai un briciolo di oggettività, sono tifosi. O è un complotto contro i 5 stelle, o è una fake news, o è colpa di chi c'era prima, o bisogna dargli ancora più tempo, o è propaganda, "o le problematiche emergono perché loro sono trasparenti" (e chi c'era prima come lo nascondeva che da 3 anni non ci sono carri attrezzi? Boh). tutte giustificazioni che naturalmente se fossero all'opposizione condannerebbero a gran voce. Così sviano il discorso e non affrontano la realtà, di incompetenza e incoerenza. Penso però che la loro capacità comunicativa sia da premio Oscar!

      • E i debiti chi li paga ? Ma voi credete veramente che arriva il nuovo e tutto torna apposto dopo un commissariamento ? Che credete che basta fare un bando basta l'esperto ? Penso che prima dei carro attrezzi servano cose più urgenti come le strade e il verde

        • No non lo crediamo, ma crediamo che per arrivare alla fine di un percorso si fa un PROGETTO e si PARTE. Ecco il governo 5Stelle a Roma non ha progetto e mai è partito, adducendo come fanno i bimbi sempre e solo responsabilità alle precedenti amministrazioni. Nessuno ti ha imposto di governare e se mon sei capace FATTI DA PARTE! Non cercare scuse .

          • ha ha e dove lo hai letto su feisbuc?? a parte i progetti che ce ne stanno a valanga e non so se te ne sei accorto qui proprio su questo sito dicono di una roma piena di cantieri...e se ci sono i cantieri dietro ci sono appalti ,ditte e progetti.....porello lui ancora vuole dare fiducia a chi ci ha ridotto cosi....gli espertoni di prima li facevano bene i progetti te credo glieli commissariava buzzi ha ha ha

          • Concordo!

  • AIUTO!!!! Il bello è che parlano degli altri. Alle prossime elezioni mi propongo come presidente della repubblica tanto visto il dilettantismo dei politici Romani lo faccio a occhi chiusi.

  • Lasciamoli lavorare, tra 20 anni Roma sarà perfetta, però i romani saranno scappati tutti via

    • In effetti se un bel po' di Romani andassero a vivere altrove per apprendere senso civico, la città cambierebbe in un anno.... Questa amministrazione è poco capace in quanto le maglie normative sono complesse, quindi con un po' di studio e tempo si arriva... Ma voi che pontificate nei post, sapete come si fa' una ordinanza oppure una legge comunale o nazionale??? Si ingaggiano su idea degli assessori o parlamentari, professionisti in base alla materia che fanno il progetto di legge che poi viene discusso e votato.....Pertanto, visto che siete bravi, studiate e candidatevi che pure io vi sosterrò....

      • Ma lo sapevano anche loro che hanno promesso mari e monti pur sapendo, visto quello che dice lei, di non poterceli dare!????

        • Mi dispiace che non ha inteso bene le intenzioni... hanno promesso che cambierà il modo di fare nella pubblica amministrazione e di conseguenza le cose... Pertanto se fai gli appalti regolari e non le assegnazioni per somma urgenza, le cose ed i tempi purtroppo cambiano..... forse a fine mandato cominceremo a vedere qualcosa e se non sarà così li mandiamo a casa..... io per primo che ero sostenitore di Marino.....

      • Quindi questa tua sacrosanta giustificazione vale anche per le passate amministrazioni? Oppure sono cambiati anche gli abitanti di Roma?

      • E tutto questo non vale per le amministrazioni guidate da partiti diversi dai grillini? A pontificare sono sempre stati i grillini finché erano all'opposizione, ora che governano si scontrano con la macchina burocratica. Ma chi sta ora all'opposizione non può fare critica ed è in malafede se lo fa, perché mai??

  • fatelo presente a Di Maio le cose bisogna saperle fare e non solo annunci. Vedi Ilva contratto irregolare ma non annullabile. imparate M5s

Notizie di oggi

  • Politica

    Stadio, ex Mercati generali ed un albergo: la "congiunzione astrale" smaschera il sistema De Vito

  • Politica

    Arresto Marcello De Vito, Di Maio: "Fuori dal MoVimento 5 Stelle"

  • Politica

    Roma piange Tina Costa: addio alla staffetta partigiana impegnata anche sul fronte dei diritti civili

  • Politica

    La gaffe del Ministro Costa: "Differenziata partita con Raggi". Dati e storia lo smentiscono

I più letti della settimana

  • Sciopero degli studenti per il clima: il 15 marzo in piazza per Friday for Future

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

Torna su
RomaToday è in caricamento