Armellini, Marino chiederà risarcimento "Per mancati tributi locali"

Lo comunica in una nota il sindaco Ignazio Marino. La figlia del noto costruttore romano non ha dichiarato al fisco ben 1243 case

Il Comune di Roma chiederà il risarcimento per mancati tributi locali ad Angiola Armellini, finita nel mirino della Guardia di Finanza per non aver dichiarato di possedere ben 1243 case nascondendo all'erario oltre 2 miliardi di euro. La notizia è finita su tutti i giornali proprio nel giorno in cui Roma Capitale ha stretto un patto con la Guardia di Finanza per aumentare i controlli fiscali su diversi fronti, dalle case popolari alla contraffazione passando per i sussidi.

“La collaborazione in stretta sinergia tra Roma Capitale e la Guardia di Finanza ha consentito di ottenere i primi importanti risultati nel campo del contrasto all’evasione fiscale” scrive in una nota il sindaco Ignazio Marino. “Una volta confermati gli accertamenti fiscali e amministrativi a carico della signora Angiola Armellini, alla quale vengono contestati illeciti relativi a un patrimonio immobiliare del valore di circa 2 miliardi di euro, Roma Capitale provvederà, come da prassi, a chiedere l’immediato risarcimento dei tributi legati alla fiscalità di competenza comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

Torna su
RomaToday è in caricamento