Ambiente, Vannini (Pdl): "Roma deve dire no ai rifiuti radioattivi"

"Come rappresentante di Roma, mi unisco a Stefano Peschiaroli, portavoce del neocomitato "Fuori le Scorie dal Municipio XV"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

 "Sono pienamente solidale con l'azione condotta tra gli altri, dal Comitato cittadino Fuori le scorie dal Municipio XV, che attraverso un flash mob hanno giustamente manifestato la loro opposizione alla realizzazione di un impianto per il trattamento e lo stoccaggio di scorie radioattive nell'attuale Municipio XV (già Municipio XX)" afferma Alessandro Vannini, consigliere capitolino, in merito all'iniziativa di protesta che ha avuto luogo questa mattina in prossimità del centro Enea- Casaccia, di via Anguillarese.

Continua Alessandro Vannini: "Il sito dista solo pochi chilometri dal lago di Bracciano, un patrimonio naturale di grande importanza per tutti noi cittadini e anche per i turisti che giungono sempre più numerosi per visitarlo. E' dunque necessario che si valuti con estrema attenzione l'impatto ambientale che il sito potrebbe avere sull'ambiente limitrofo e non solo".

Ad autorizzare la costruzione di un sito con tali finalità è stata la Provincia di Roma sotto la presidenza di Nicola Zingaretti, ora a guida della Regione Lazio, approvando la delibera n° 127. Un provvedimento approvato in silenzio, ma che desta non poche voci di protesta. La delibera determina che il deposito sarà realizzato dalla Nucleco spa, società compartecipata da Enea e Sogin che dal 2003 gestisce l'impianto Opec, (Operazioni Celle Calde) e l'impianto Ipu (Impianto Plutonio). "Discarica Radioattiva, Tragedia Collettiva" questo lo slogan dei manifestanti che si preoccupano per il futuro del loro territorio.

Conclude Vannini:" Come rappresentante di Roma Capitale, mi unisco al giovane Stefano Peschiaroli, portavoce del neo - comitato "Fuori le Scorie dal Municipio XV", chiedendo alle istituzioni locali e in particolar modo al Ministero dell'Ambiente, di avviare un dialogo aperto e partecipato con i cittadini affinché venga chiarita la situazione".

Questo l'intervento dell'On. Alessandro Vannini, consigliere Pdl di Roma Capitale.

Torna su
RomaToday è in caricamento