menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Rifiuti, Ama perde il direttore generale: Filippi torna in Acea

"Il Consiglio di Amministrazione prende atto del rientro in Acea dell'ingegner Filippi, dirigente distaccato in Ama dal dicembre 2014". Tutti i poteri passano al presidente Daniele Fortini

Ama perde pezzi: da ieri Alessandro Filippi non è più direttore generale. Spiega l'azienda dei rifiuti in una nota: "Il Consiglio di Amministrazione prende atto del rientro in Acea dell’ingegner Filippi, dirigente distaccato in Ama dal dicembre 2014". In via provvisoria i suoi poteri passano all'attuale presidente Daniele Fortini. Per la municipalizzata capitolina si apre una fase delicata. Il Campidoglio è commissariato e Tronca potrebbe decidere di lasciare al prossimo sindaco il compito di selezionare un nuovo direttore generale. In questo caso, la poltrona di dg resterebbe però 'vuota' per diversi mesi.

Filippi era entrato in Ama a seguito del coinvolgimento di Giovanni Fiscon nella maxi inchiesta Mondo di Mezzo. Sottolinea il cda dell'azienda: “Con l’ingegner Filippi si è raggiunta una vetta significativa di raccolta differenziata, di disponibilità della flotta di automezzi e di efficienza impiantistica e logistica, anche grazie all’introduzione di nuovi sistemi di controllo satellitare dei servizi erogati e di una più sollecitata partecipazione responsabile dei lavoratori. I risultati conseguiti con il Bilancio dell’anno 2015, che manifestano oltre 40 milioni di euro di risparmi sui costi operativi esterni, hanno consentito, tra l’altro, di abbattere dell’1,5% la tariffa rifiuti nella città di Roma. Le ulteriori efficienze nei conti dell’azienda previsti per il 2016 permetteranno un ulteriore abbattimento del prelievo in Ta.Ri. di circa il 2%”.

Quattordici mesi di lavoro, sottolinea Ama con una nota, "segnati da radicali cambiamenti su tutti i piani gestionali della Società e, in primo luogo, per il reimpianto di procedure, prassi e cultura della legalità non solo nel campo degli acquisti e degli appalti, ma in tutti i gangli della vita societaria".

Potrebbe interessarti

Commenti (1)

  • Nartro bono solo a pia lo stipendio e non risolve unemerito come quasi i dirigenti pubblici.

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Sara Di Pietrantonio, il fidanzato confessa: "L'ho uccisa io. Poi sono tornato a lavoro"

  • Cronaca

    Magliana: donna trovata morta semi carbonizzata vicino ad un'auto

  • Cronaca

    Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

  • A Roma ci piace

    Le 10 migliori gelaterie di Roma: ecco tutti gli indirizzi

Torna su