Alberi, oggi ministri e agronomi in Campidoglio. Raggi: "Serve sforzo di tutti, economico e organizzativo"

Tavolo partecipato a palazzo Senatorio su alberi, manutenzioni e tagli. La sindaca batterà cassa al Governo centrale per mettere in campo un piano straordinario

Foto Ansa (maltempo 29.10.18)

Ci saranno ministeri, presidi e direttori dipartimentali delle università, l'Ordine nazionale dei dottori agronomi e forestale, la Sovrintendenza. Un tavolo partecipato per parlare degli alberi di Roma. Come anticipato da RomaToday, si incontreranno oggi in Campidoglio, le istituzioni convocate dalla sindaca Virginia Raggi, per fare il punto sulla gestione dell'immenso patrimonio arboreo di Roma. 

Alberi che ogni volta che cadono a terra, spesso estirpati da folate di vento eccezionale - vedi l'ultimo episodio del 12 marzo - o dal maltempo, pongono il serio problema di come e quando intervenire per assicurare da una parte la salvaguardia del verde, dall'altra la tutela della sicurezza dei cittadini. Manutenzioni o tagli, quindi. L'obiettivo è trovare un punto di equilibrio tra le due azioni da mettere in campo. La seconda, più volte annunciata dalla prima cittadina nelle forme di un "piano straordinario", non piace, come ovvio, alle associazioni ambientaliste. Ma non è mai stata quantificata realmente. 

Quanti alberi tagliare e dove? Con quali fondi? E perché invece non potenziare i giardinieri, ad oggi in numero esiguo, per effettuare  manutenzioni capillari e profonde? Sono le questioni che aspettano risposte dagli attori che siederanno oggi in Campidoglio. Politici chiamati a gestire le risorse e a rendere conto di quelle disponibili, accanto a esperti e luminari del settore, pronti a suggerire le migliori strategie per non compromettere la salute del verde pubblico.

"L'obiettivo è quello di avviare un confronto con tutte le istituzioni e con il mondo scientifico - commenta la sindaca Virginia Raggi - per garantire la tutela del patrimonio naturale della nostra città e la sicurezza dei cittadini". 

Poi ricorda: "Roma Capitale è tra i comuni più verdi d'Europa. La nostra città dispone di un immenso e pregiato patrimonio arboreo, 330.000 alberi che vanno tutelati e preservati". E ancora fa il punto su quanto fatto ad oggi: "Da due anni abbiamo cominciato il monitoraggio sulla salute di questo enorme patrimonio: su 77.000 alberi controllati ne sono stati abbattuti 1.200, perché arrivati a conclusione del ciclo di vita. Molte altre alberature sono soggette a costante monitoraggio e una parte consistente di queste, giunte al termine della loro secolare esistenza o danneggiate da interventi errati sulle radici, dovranno essere abbattute perché le cure ordinarie non risultano sufficienti".

Infine il messaggio, diretto prima di tutto al Governo: "Serve uno sforzo in termini economici e organizzativi, teso a garantire migliori condizioni di manutenzione di questo immenso patrimonio naturale. Serve il contributo di tutti i livelli istituzionali". Tradotto: servono fondi, che il Campidoglio non ha e che, con ogni probabilità, chiederà a palazzo Chigi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente in via Casilina, schianto all'alba con la Smart: muore un ragazzo di 22 anni

Torna su
RomaToday è in caricamento