Rami crollati, sparito il bando per le potature: Raggi lo promette dal 2017, i romani aspettano

La tragedia sfiorata a Trastevere, causata dalla rottura di un ramo, riapre il tema della scarsa manutenzione del verde verticale. De Priamo (FdI): "I 5 milioni messi a disposizione dall'Europa sono spariti dai radar"

Albero crollato: immagine di repertorio

Sette persone ferite per la rottura di un grosso ramo. Non è successo a causa del vento sferzante. E non è stato causato dalle abbondanti piogge invernali. Il ramo che è precipitato sulla banchina dove era in corso la manifestazione "Notti sul Tevere" si è spezzato in piena estate, senza alcuna responsabilità degli agenti atmosferici.

Sparito il bando per le potature

La tragedia sfiorata riapre il tema della potature. Per la manutenzioen del verde verticale si è in attesa di un bando di gara che, grazie ad un finanziamento europeo, metteva a disposizione di Roma Capitale circa 5 milioni di euro. Se ne parla dal 2017 ma a distanza di due anni, quei soldi, ancora non sono stati impiegati. L'ultima volta che la Sindaca ne ha fatto pubblicamente riferimento risale al novembre del 2018. Dichiarò, che "la  gara del verde verticale è nelle ultime fasi dell'aggiudicazione". Sono trascorsi quasi otto mesi.

5 milioni scomparsi dai radar

"La manutenzione degli alberi rimane un'altra falla della Giunta Raggi e la tragedia sfiorata   all'altezza di piazza Trilussa, sotto la banchina di ponte Sisto lo conferma – osserva il capogruppo di Fratelli d'Italia Andrea De Priamo - abbiamo denunciato più volte la situazione delle alberature, lasciate in completo stato di abbandono dall'Amministrazione grillina. La sindaca Raggi spieghi alla città  come mai i bandi per la manutenzione degli alberi sono ancora fermi, 5 milioni di euro messi a disposizione dalla Comunità europea e scomparsi dai radar del Campidoglio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il timore: "Un episodio che potrebbe ripetersi"

L'episodio avvenuto a Trastevere, getta un'ombra di inquetudine che hanno provato a sintetizzare anche la consigliera capitolina (Con Giorgia) Rachele Mussolini e Federico Rocca, responsabile degli Enti Locali di Fratelli d'Italia. "Quello che è  avvenuto, nella tarda serata di ieri, alla manifestazione in programma sulle sponde del Tevere- scrivono i due -si sarebbe potuto trasformare in tragedia.Per fortuna, questo non è accaduto, ma un episodio del genere potrebbe ripetersi nuovamente e con conseguenze ben piu' serie. E noi possiamo e non vogliamo permetterlo" sottolineano Rocca e Mussolini che se la prendono con chi sta governando la città . " Tra "emergenza rifiuti,strade killer e rami che si staccano – scrivono i due in una nota – è arrivato il momento che la Giunta Raggi alzi la bandiera bianca e se ne vada a casa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento