Sea Watch: Zingaretti apre all'accoglienza, la Lega lo contesta. E il I municipio adotta i migranti

Dalla campagna del municipio dem "Aiutiamoli a casa nostra" al flash mob dei coordinatori leghisti di Roma e provincia in regione, il caso divide anche Roma

Manifestazione a Montecitorio - foto Ansa

Il Centro storico di Roma, amministrato dal Pd, ha lanciato la sua sfida: raccogliere la disponibilità di singoli e famiglie a ospitare in casa rifugiati e richiedenti asilo. Nel frattempo la Lega in regione Lazio, con un flash mob in aula, va all'attacco del presidente Nicola Zingaretti, reo per la destra di aver aperto all'accoglienza e di essersi impegnato in questioni che non competono l'ente locale. Dovrebbe lavorare per il territorio. Anzi, è il messaggio dei salviniani, "per gli italiani" del Lazio. 

E' il caso Sea Watch, la nave della Ong con a bordo 49 migranti e il no del Viminale allo sbarco, che divide a più livelli. Il suo eco profondo, dai vertici della politica nazionale, ha smosso anche la Capitale. E se Virginia Raggi e i grillini romani scelgono il silenzio, ancora una volta in bilico tra la necessaria fedeltà all'alleato di governo Matteo Salvini e l'anima di sinistra, scalpitante, del Movimento, chi può permetterselo prende posizione. Lo fa il I municipio di Sabrina Alfonsi, minisindaca dem alla seconda legislatura, ieri tra i mille che sotto Montecitorio hanno manifestato per chiedere lo sbarco immediato dei migranti della Sea Watch.   

Dalla piazza ha lanciato l'iniziativa "Aiutiamoli a casa nostra", promossa dal parlamentino in collaborazione con Comunità di Sant'Egidio, Consiglio Italiano per i Rifugiati, Refugees Welcome. "Le persone disponibili ad accogliere saranno inserite in progetti gestiti da organizzazioni accreditate come quelle che sostengono la nostra campagna, che li accompagneranno durante tutto il periodo" ha spiegato Alfonsi. C'è anche la mail aiutiamoliacasanostra@gmail.com per partecipare al percorso o chiedere informazioni e l'hastag #aiutiamoliacasanostra per le adesioni social. 

Ma anche la destra di Salvini si è fatta sentire, dichiarando apertamente tutta la solidarietà possibile al "Capitano". Ieri pomeriggio i leghisti della Pisana, chiamando a raccolta i coordinatori di Roma e Provincia, si sono mobilitati con un flash mob lanciato dalla consigliera regionale Laura Corrotti. Tutti in aula con cartelli "io sto con Salvini". "Mentre il presidente Nicola #Zingaretti pensa alla Sea Watch e all'accoglienza dei clandestini - ha commentato Corrotti - la #Lega lavora sul territorio per gli italiani. Oggi, in Regione Lazio, insieme al sottosegretario Claudio Durigon, il vice capogruppo alla Camera Francesco Zicchieri e a tutti i coordinatori di Roma e provincia, in un flash mob per ribadire ancora una volta #iostoconSalvini!". 

io sto con salvini-2

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

  • Fiocco viola e messaggi su schermi: Atac ricorda Sophia, figlia di un dipendente morta dopo una malattia

Torna su
RomaToday è in caricamento