Air Italy, il vento della crisi soffia anche su Roma: “A rischio 150 lavoratori”

La compagnia aerea in liquidazione, a Roma Fiumicino cresce il timore per l’indotto: “Colpiti i dipendenti delle società di handling, operatori a terra e addetti pulizie”

foto archivio

Air Italy in liquidazione e licenziamento collettivo per i 1450 dipendenti di base a Milano Malpensa e Olbia. E’ ben oltre la crisi la compagnia aerea controllata da AQA Holding, attraverso Alisarda (51%) e Qatar Airways (49%): nelle prossime settimane si liquida tutto, si conclude una parabola durata quasi 60 anni con Air Italy risorta dalle ceneri di Meridiana, dal ’91 nome di Alisarda, vettore fondato nel 1963 dal principe Karim Aga Khan per promuovere il turismo in Sardegna. 

La crisi di Air Italy: licenziamento per 1450 lavoratori 

Per i lavoratori è buio profondo. Le lettere di licenziamento sono già pronte e verranno recapitate a breve: l’annuncio al termine del primo confronto in teleconferenza avvenuto questa mattina tra i liquidatori incaricati e i lavoratori di Olbia e Milano. 

"I liquidatori hanno illustrato ai dipendenti la possibile evoluzione della procedura di liquidazione, confermando l'intenzione di adottare tutte le misure possibili di sostegno al reddito, compatibili a norma di legge con la procedura di liquidazione stessa” – hanno fatto sapere in una nota assicurando che “verranno prese in considerazione tutte le possibilità di cessione di rami d'azienda, che comprendano il possibile mantenimento di tutti o di parte dei posti di lavoro".

Air Italy a Roma “a rischio 150 lavoratori”

Una crisi che tocca anche Roma, seppur di riflesso. A Roma Fiumicino rischiano i lavoratori dell’indotto: in particolare i dipendenti delle società di handling collegate ad Air Italy, ossia gli operatori di terra, quelli che si occupano di check-in, bagagli e pulizie a bordo.

“La complessa situazione di Air Italy fa sentire i propri effetti anche a Roma Fiumicino: la ricaduta, a differenza di quanto accade a Milano e Olbia, è però indiretta. A essere interessati sono i lavoratori delle società di handling: in base a quanto ci risulta dai primi dati che abbiamo sono circa 150” – ha detto a RomaToday Eugenio Stanziale, segretario generale della Filt Cgil di Roma e del Lazio.

“E’ chiaro che venendo meno alcuni voli, ossia quelli di Air Italy, diminuisce il lavoro e ciò peserà inevitabilmente su alcuni addetti. Tuttavia – ha rassicurato il sindacalista – stiamo seguendo con attenzione l’evoluzione della questione: occorre percorrere tutte le strade possibili affinchè si mantengano invariati i livelli occupazionali”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

Torna su
RomaToday è in caricamento