Acea, il cda nomina Irace amministratore delegato: nuovi vertici al completo

A dare il via libera, la riunione presieduta dalla neo presidente Catia Tomasetti cui invece vanno diverse deleghe

Dopo la nomina del nuovo cda, Acea completa il cambio ai suoi vertici. Il cda dell'azienda capitolina nella sua prima riunione dopo l'assemblea degli azionisti di giovedì scorso, presieduto da Catia Tomasetti, che ha preso il posto di Giancarlo Cremonesi,  ha nominato Alberto Irace amministratore delegato. Il nuovo cda, che si presenta 'ridotto', da nove a sette membri, e 'rosa', di questi infatti quattro sono donne, ha approvato anche l'assetto dei poteri.

IL NUOVO CDA – Prende quindi forma completa il nuovo cda dell'azienda capitolina. A occupare il posto di Giancarlo Cremonesi, Catia Tomasetti, avvocato con esperienza nel settore idrico seguita da Alberto Irace, amministratore delegato dell'azienda toscana Publiacqua per il posto di ad. Nominate anche Paola Profeta, docente presso la facoltà di Scienza delle finanze all'università Bocconi ed Elisabetta Maggini. Oltre ai quattro nomi proposti dal Campidoglio, che erano state oggetto di disappunto da parte della maggioranza, ci sono i tre avanzati dai soci privati della multiutility capitolina, Caltagirone e Suez: Francesco Caltagirone per il primo, Giovanni Giani e Diane D'Arras per il secondo.

ASSETTO DEI POTERI – Nella riunione di oggi invece è stato approvato il nuovo assetto dei poteri. Al presidente Catia Tomasetti è stato riconosciuto il compito istituzionale di rappresentare la società, convocare e presiedere i lavori del Consiglio, nonché la responsabilità delle funzioni relazioni esterne e comunicazione, affari istituzionali, audit e segreteria societaria. Ad Alberto Irace invece vanno i poteri per la gestione ordinaria della società e del gruppo.

LA PRIMA RIUNIONE - Acea ha inoltre fatto sapere che il Consiglio procederà a ricostituire al proprio interno i vari Comitati in occasione di una prossima riunione. Il Consiglio ha, inoltre, confermato Franco Balsamo Dirigente Preposto alla Redazione dei Documenti Contabili Societari. Il cda nella seduta odierna, ha infine verificato la sussistenza dei requisiti di indipendenza previsti dalla normativa e dal Codice di Autodisciplina delle Società quotate adottati ai sensi dell’art. 15 dello Statuto Sociale, in capo agli Amministratori: Elisabetta Maggini, Paola Antonia Profeta e Diane d’Arras. Nella medesima riunione, il Consiglio di Amministrazione ha anticipato dal 29 luglio al 28 luglio 2014 la data di approvazione della Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2014.

TAGLIO AI COMPENSI Come annunciato dallo stesso primo cittadino giovedì scorso in occasione dell'assemblea dei soci, il nuovo board costerà circa il 30% in meno di quanto costato fin'ora. Il primo cittadino infatti ha spiegato che se “l'obiettivo di una società è il profitto dei suoi azionisti, un'azienda a partecipazione pubblica deve puntare a garantire un'eccellente qualità del servizio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Inseguimento da film sul Raccordo Anulare: in fuga con 93 chili di droga in auto

Torna su
RomaToday è in caricamento