homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ama e Retake insieme per il decoro di Roma

Firmato un protocollo d'intesa per promuovere il decoro nella Capitale. Pulizie straordinarie a Prati. Previsti fino a 900 interventi all'anno nei 15 municipi

Distinti nei ruoli, ma uniti per Roma. D’intesa con il Commissario Straordinario di Roma Capitale Francesco Paolo Tronca, Ama e Retake hanno siglato per la prima volta un accordo che rende strutturale la collaborazione, già sperimentata positivamente, tra gli operatori della maggiore azienda italiana dei servizi di igiene urbana e i cittadini volontari che aderiscono al movimento no-profit impegnato nella lotta contro il degrado urbano. Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto dal Direttore Generale di Ama Alessandro Filippi e dal Presidente di Retake Roma, Simone Vellucci, nel corso di un intervento di pulizia straordinario nell’area di piazza Prati degli Strozzi, alla presenza del Sub Commissario con delega ai rifiuti e all’ambiente di Roma Capitale, Camillo De Milato, del Presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi e dell’Assessore Anna Vincenzoni. 
 
L’accordo, della durata di 12 mesi, prevede la realizzazione di interventi mirati straordinari di pulizia e spazzamento, sfalcio e diserbo delle erbe infestanti, cancellazione delle scritte murarie e rimozione degli adesivi da cassonetti stradali, pali della luce, ecc. Grazie a questa intesa, si potranno organizzare fino a 5 iniziative congiunte al mese per ciascun municipio (fino a 75 al mese su tutta Roma), per un totale massimo di 900 operazioni aggiuntive per il decoro urbano nel corso dell’anno, secondo un programma che interesserà tutti e 15 i municipi della città. Il protocollo sancisce un incremento strutturato delle attività svolte in sinergia fra Ama e Retake, che, fino a oggi, avevano svolto insieme, sul territorio cittadino, interventi numericamente molto più limitati.
 
Il protocollo d’intesa stabilisce che Retake Roma individui, di volta in volta, le aree (giardini, piazze, tratti stradali, ecc.) su cui intervenire provvedendo, attraverso i propri volontari, ad organizzare i “meet-up”. Ama, da parte sua, avrà cura di recepire dal referente Retake di zona segnalazioni di eventuali criticità e comunicare il calendario delle iniziative più complesse all’Amministrazione capitolina e al nucleo PICS della Polizia di Roma Capitale. L’azienda fornirà le attrezzature necessarie alle varie operazioni di pulizia (scope, rastrelli, guanti, sacchi, ecc.) e, al termine di ogni evento, provvederà a ritirare e avviare a corretto recupero/riciclo i rifiuti raccolti. In occasioni particolari, poi, l’azienda supporterà l’attività dei volontari anche con propri operatori, impiegati con mezzi idonei, come decespugliatori e idropulitirci, a seconda della tipologia di intervento. Sul sito www.amaroma.it, infine, sarà creata una sezione dedicata dove, mensilmente, sarà pubblicato l’esito degli interventi (numero di iniziative svolte, municipi interessati, numero di volontari che hanno partecipato agli eventi, ecc.). 
 
Questa mattina i volontari di Retake Roma, supportati da squadre Ama, con l’ausilio di idropulitrici e decespugliatori, hanno svolto attività di diserbo e cancellazione delle scritte in piazza Prati degli Strozzi e nelle vie limitrofe. Per sensibilizzare i cittadini, Ama ha allestito anche un gazebo, dove eco-informatori aziendali hanno distribuito materiali sulla gestione dei rifiuti urbani e sulle buone pratiche della raccolta differenziata, anche in versione multilingua (arabo, cinese, inglese, francese).
 
“L’alleanza tra Ama e cittadini è fondamentale per garantire il decoro della Capitale – commenta il Direttore Generale di Ama Alessandro Filippi -. L’unione tra la professionalità degli operatori aziendali e l’entusiasmo dei volontari può creare, infatti, le condizioni per curare quei sintomi che portano a fenomeni di degrado, puntando a rimuoverne le cause. Attraverso un percorso condiviso e una sensibilizzazione sul territorio, è possibile arginare e modificare i comportamenti scorretti a favore del bene comune”.
 
“Questo accordo ci permetterà di dare più forza all’impegno di migliaia di romani che, grazie a Retake, si stanno riprendendo la propria città, come dimostrano gli oltre 40 eventi già organizzati nei primi 40 giorni del 2016 -  sottolinea il Presidente di Retake Roma Simone Vellucci -. Con Ama vogliamo trovare nell’immediato soluzioni alle criticità che emergono. Ma soprattutto creare le condizioni per cambiamenti strutturali che rendano Roma più vivibile”. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Maestre assunte, il Pd in coro: "Raggi fa suo un risultato del Governo"

    • Cronaca

      Ostia: è morto Alessandro, il ragazzo picchiato e lasciato sanguinante in strada

    • Incidenti stradali

      Incidente sulla Salaria: scontro auto-camper, un morto. Gravi due bambini

    • Cronaca

      Ostia, blitz della Finanza: "sigilli al Porto". Sequestrati 450 milioni di beni

    I più letti della settimana

    • Roma è sporca, la Muraro non ci sta e offre i dirigenti Ama alla gogna di facebook

    • Niente più auto blu per i consiglieri: è polemica tra Gassman e il Pd

    • Trasporti a Roma: martedì 26 luglio sciopera solo l’Ugl

    • Stop ad auto blu e permessi Ztl: "Consiglieri in Campidoglio con bus e metro"

    • Sciopero differito, l’assessore Meleo: “Roma c’é e sceglie il dialogo”

    • Giunta Raggi, ecco le linee guida: "riforma dei trasporti", scuola, cultura e ambiente

    Torna su
    RomaToday è in caricamento