Tiburtina, dopo abbattimento della Tangenziale il Comune snobba idee dei cittadini: "Porta auto ed elimina verde"

I Comitati contro il progetto del Campidoglio: “Mangia la nostra piazza e gli alberi, pronti a incatenarci”. Risponde l’assessore Montuori: “Nessuna riduzione alberate, ci confronteremo”

A sei mesi dall’avvio del cantiere per l’abbattimento della Tangenziale Est per la zona intorno a stazione Tiburtina è tempo di pensare al futuro. Quando la sopraelevata sarà del tutto demolita bisognerà infatti provvedere alla sistemazione del piazzale Ovest, al nuovo volto di quel quadrante per anni ostaggio di giganti di cemento e smog. 

Abbattimento Tangenziale Est: il progetto del Comune per Tiburtina

Il progetto di riqualificazione per la zona di Tiburtina elaborato dai residenti è sul tavolo del Campidoglio da mesi, accompagnato da 8mila firme e l’approvazione dei due Municipi interessati, il II e il IV. Ma il futuro della zona liberata dalla Tangenziale sembra legato al progetto redatto dal Comune: una prospettiva di rinascita del quadrante che però non piace a parte degli abitanti, ai comitati che per anni si sono battuti per la demolizione della sopraelevata

Ad essere contestato soprattutto il riassetto di via Guido Mazzoni dove la risistemazione prevede una carreggiata stradale a due corsie a doppio senso di circolazione; un’ulteriore corsia riservata ad area di incolonnamento taxi; una banchina pedonale di separazione della carreggiata di via Mazzoni con ulteriore carreggiata a senso unico a due corsie riservata a nuovi capolinea bus. 

“Un’ampia zona pedonale”, nel progetto del Comune, è prevista nell’area confinante a sud con via Mazzoni dove attualmente è presente un parcheggio in adiacenza al piazzale di servizio del trasporto pubblico extraurbano, la stazione gestita da Tibus. 

Demolizione Tangenziale: residenti contro il progetto del Comune

“In base al progetto del Comune le quattro corsie che correvano sulla sopraelevata, correranno in basso. Al lato il super parcheggio. Così un’occasione unica come l’abbattimento della sopraelevata va in fumo. Il progetto di Roma Capitale – tuona l’architetto Ettore Pellegrini, che ha elaborato il progetto dei comitati - mangia quella che dovrebbe essere la nostra piazza. Così via Guido Mazzoni, dove arriveranno altre corsie, si triplicherà di bus sempre accesi. Tutto questo è grottesco”. 

Abbattimento Tangenziale Est, 8mila firme per Tiburtina "green" e ciclabile: il progetto dei residenti

Tiburtina teme l’abbattimento degli alberi: “Pronti ad incatenarci”

Tiburtina ha anche paura che il progetto del Comune possa radere al suolo quel verde riemerso grazie all’abbattimento della Tangenziale. “Alla prima ruspa che verrà ad abbattere gli alberi scenderemo in strada a legarci ai tronchi” – assicurano i residenti.

Dalla loro anche il Municipio II che in una nota alla Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha chiesto di aprire un confronto politico esprimendo “forti preoccupazioni per il previsto abbattimento di numerose alberature in buona salute che – scrivono gli assessori Casini, Fabiano e Giovannelli – fanno parte del patrimonio del quartiere e della città”. 

Tiburtina, residenti contro il progetto del Comune: "No allo sterminio degli alberi"

Il Comune su zona Tiburtina: “Nessuna diminuzione del verde”

Per il Comune nei giorni scorsi, sulla scia delle preoccupazioni dei residenti, aveva risposto l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori: “C’è un progetto che si sviluppa nel tempo, che prevede diverse fasi. L’arrivo del tram, la valorizzazione dell’ex Istituto Ittiogenico, che originariamente doveva essere abbattuto, la creazione di nuove aree verdi. C’è l’idea di offrire a chi esce dalla stazione un ampio spazio pedonale e non un groviglio di auto, bus e taxi. E soprattutto mi preme essere chiaro – ha scritto Montuori in un lungo post su Facebook - nella fase attuale di progetto, cioè ciò che vedremo tra pochi mesi, non è prevista una diminuzione delle aree alberate, anzi un aumento e questo aumento è già percepibile. Ogni altra notizia è falsa”.

Per le fasi successive al vaglio varie ipotesi “sulle quali – aggiunge l’assessore - abbiamo sempre detto che ci saremmo confrontati. Si prevede – ha ribadito l’esponente della Giunta Raggi - un consistente aumento delle alberature e nuove aree verdi, tanto che negli incontri fatti alcuni comitati mi avevano detto che c’era troppo verde e che questo avrebbe portato degrado”. 

Un confronto che gli abitanti del quartiere vorrebbero però nell’immediato, per capire quel che accadrà intorno a Tiburtina una volta demolito l’intero tratto di tangenziale che corre lungo la stazione. 

Tiburtina vuole essere ascoltata: “Comune delude aspettative”

“Non chiediamo che il nostro progetto venga approvato tout court, ma almeno vorremmo sapere che cosa ne pensano” – dice l’architetto Pellegrini. “Vorremmo essere semplicemente ascoltati e presi in considerazione perché è evidente a tutti, e lo sostiene un quartiere all’unanimità, che il progetto di sistemazione uscito dagli uffici tecnici comunali – sottolinea il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina - è una porcheria: non tanto perché non tiene in considerazione le nostre preferenze, ma perché non ha dentro neanche quei principi punti cardine del M5S a Roma ovvero ciclabilità e mobilità dolce, pedonalità e tutela del verde”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

Torna su
RomaToday è in caricamento