Moovit integra FREE NOW: trasporto pubblico e taxi per la prima volta nella stessa App

Parte dall’Italia la partnership strategica, all’insegna di una mobilità sempre più integrata

Moovit, la App più utilizzata al mondo per il trasporto pubblico, integra oggi FREE NOW, precedentemente mytaxi, il sistema innovativo di chiamata taxi tramite smartphone leader in Europa. Da oggi, quindi, gli utenti delle oltre 200 città italiane in cui Moovit è presente, potranno vedere i 5.125 taxi disponibili nella flotta di FREE NOW tra Milano, Roma, Torino, Napoli, Catania, Palermo e Cagliari. Se scelgono di utilizzare il servizio taxi, gli utenti verranno, poi, indirizzati dall’una all’altra App, con un semplice click sullo smartphone. 

Come spiega Samuel Sed Piazza, Director of Partnerships - Europe di Moovit "Si tratta di un accordo che segna una nuova epoca per la mobilità italiana. Per la prima volta, mezzi di trasporto pubblico e taxi convivono nella stessa app. Da oggi, infatti, tutti gli utenti di Moovit avranno la città a portata di palmo: qualunque sia la loro destinazione, potranno comodamente raggiungerla con il proprio smartphone, anche a bordo di un taxi di FREE NOW. La mobilità urbana non è più un puzzle: insieme a FREE NOW ogni tassello è stato inserito al suo posto». Una partnership storica, dunque, quella siglata oggi tra Moovit e FREE NOW, che porta in Italia, come primo Paese, un approccio innovativo, che considera la mobilità come un’offerta integrata di servizi per il cittadino, da fruire, grazie alla tecnologia, senza soluzione di continuità, in base alle proprie esigenze di spostamento".

"Siamo molto orgogliosi della collaborazione con Moovit", prosegue Barbara Covili, General Manager di FREE NOW Italia , "Trasporto pubblico di linea e non di linea, cioè il servizio taxi, sono opzioni di mobilità assolutamente complementari nei nostri centri urbani e poterle utilizzare in modo integrato dal proprio smartphone semplificherà ulteriormente le scelte di mobilità dei tanti utenti, italiani e stranieri, che si muovono nelle nostre città per i motivi più diversi".

Facilità d’uso, trasparenza e immediatezza caratterizzano la partnership tra le due App: Moovit , da un lato, è la App più utilizzata al mondo, da chi desidera spostarsi con i mezzi pubblici. L’app è, infatti, tradotta in 45 lingue ed è presente in più di 200 città italiane ed oltre 2.800 su scala globale, dove conta oltre 480 milioni di utenti. La App semplifica gli spostamenti, rendendoli facili, convenienti e soprattutto intelligenti. Combinando i dati pubblici forniti dalle aziende del trasporto e dalle autorità locali con le informazioni live fornite dalla community di viaggiatori, Moovit offre, infatti, agli utenti un’istantanea del trasporto pubblico insieme al percorso migliore da seguire per gli spostamenti.

FREE NOW, dall’altro, il nuovo brand nato dalla Mobility Joint Venture tra Daimler AG e BMW Group che prende il posto di mytaxi, la prima app di taxi al mondo, fondata nel 2009 ad Amburgo, che permette di stabilire un collegamento diretto tra passeggeri e tassisti. Oggi, con oltre 14 milioni di passeggeri e 100.000 tassisti, FREE NOW è la principale app per la chiamata taxi d’Europa, che porta innovazione, trasparenza, semplicità di utilizzo ed affidabilità nelle oltre 100 città europee in cui opera, sette delle quali in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento