Riscatto della laurea: guida e procedure

Tutte le informazioni per riscattare gli anni universitari ai fini pensionistici. E come simulare il calcolo dei costi

Sono tanti gli italiani terrorizzati solo al pensiero di dover iniziare le procedure per il riscatto degli anni di laurea. Oggi cerchiamo di fare chiarezza e di capire meglio come procedere per riscattare e versare a posteriori, i contributi universitari.

Si tratta, innanzitutto, di una possibilità che riguarda, nel dettaglio, lavoratori dipendenti, sia privati che pubblici, lavoratori autonomi, professionisti, imprenditori, artisti e tutte le altre categorie di lavoratori che abbiano alle spalle degli anni di università. E a poter riscattare gli anni di laurea sonoa che i giovani inoccupati. 

A regolare il riscatto degli anni di laura è il cosiddetto “decretone”, approvato dal Governo, che contiene anche “Quota 100” e reddito di cittadinanza. Il governo ha infatti fissato una cifra uguale per tutti, pari a 5.241,30 euro per ogni anno di studio universitario.

Riscattare la laurea, i costi

Per capire quali sono i costi per riscattare gli anni universitari, l’INPS mette a disposizione un simulatore del calcolo dell’onere di riscatto dei periodi di corsi di studio universitario, direttamente online. Basa accedere sul sito www.inps.it, cliccando, secondo questo ordine nelle seguenti sezioni:

  • Prestazioni e Servizi
  • Tutti i servizi
  • Riscatto Laurea
  • Simulazione calcolo

Per accedere a questo servizio si può utilizzare il Sistema Pubblico Identità Digitale (SPID), il proprio PIN dispositivo o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).Il simulatore messo a disposizione online dall'Inos permette di effettuare il calcolo dell'onere di riscatto, con riferimento all'anno corrente. L'importo ottenuto ha una valenza orientativa, dà un'idea di quelli che potrebbero essere i costi del riscatto. La cifra esatta si potrà conoscere solo a seguito della presentazione della domanda di riscatto. 

La cifra da dover, tenuto conto della collocazione temporale dei periodi oggetto di riscatto, è determinata in base alle norme che disciplinano la liquidazione della pensione con il sistema retributivo o con quello contributivo.

Rientrano nel sistema di calcolo retributivo i periodi:

  • precedenti al 1° gennaio 1996;
  • fino al 31 dicembre 2011, se il richiedente abbia maturato 18 anni di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995.

Rientrano, invece, nel sistema di calcolo contributivo i periodi:

  • successivi al 31 dicembre 1995, se a tale data il richiedente non abbia maturato 18 anni di contribuzione
  • successivi al 31 dicembre 2011, nei casi in cui il richiedente abbia maturato 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995

Dati necessari per il calcolo dell’onere di riscatto

Ecco, di seguito, i dati da inserire nel simulatore, affinché la simulazione vada a buon fine:

  • anno di iscrizione all’Università
  • numero di rate in cui frazionare il pagamento
  • periodo o periodi da riscattare “dal…al” afferenti lo stesso anno solare

Clicca qui per informazioni sul riscatto della laurea ai fini pensionistici gestioni dipendenti privati.


 

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

I più letti della settimana

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Perde il controllo della moto e finisce contro il guardrail: morto 27enne romano

  • La tanica di benzina nei filmati di videosorveglianza: svolta nel giallo di Torvaianica

  • Interrogatori, autopsia e filmati delle telecamere di sorveglianza: giallo di Torvaianica verso la svolta

  • Rapina al McDrive, poi la fuga e lo schianto in scooter

  • Torre Gaia: aggredita sulle scale della metro C, ferita una 15enne

Torna su
RomaToday è in caricamento