Tram e bus, mai più bici non pieghevoli: "Creano un rischio per gli altri utenti"

Non sarà più possibile portare biciclette che non siano pieghevoli su tram e autobus. Alla base della decisione "la scarsa fruzione del servizio" ed il "rischio per gli altri passeggeri". Continua invece la sperimentazione per le bici pieghevoli

Niente più mountain bike sugli autobus. E neppure sui tram. Lo stesso vale per tutte quelle bici che non è possibile piegare. La sperimentazione che era stata avviata da Atac, arriva al capolinea. “L’esperienza in questione – ha comunicato con una circolare interna il dirigente responsabile del servizio  – si ritiene superata” .

LE RAGIONI OSTATIVE - I motivi che hanno portato a questa scelta, sono chiaramente indicati. In primo luogo si evidenzia la “limitata fruizione del servizio”. Inoltre vengono addotte anche ragioni di sicurezza. La presenza delle parti sporgenti delle bici – come i pedali, i manubri o gli specchietti – creano un rischio per gli altri utenti”.  Ci sono poi altre considerazioni che chiamano in causa le condizioni di particolare affollamento. A cui si aggiunge il fatto che non ci sono spazi deputati, dal momento che quello riservato alle carrozzine per disabili, non è concepito per la sistemazione delle biciclette.

LE BICI PIEGHEVOLI - Fine dunque della sperimentazione. Resta però ancora possibile trasportare le biciclette pieghevoli che, chiuse, non siano superiori ai 110 cm x 80 x 40. Per quest’ultime, sui bus ed i tram dell’Atac, non ci saranno limitazioni orarie.

Critico con il provvedimento Paolo Bellino di Salvaciclisti Roma: "Dovrebbero dimostrare con referti medici se ci sono stati danni alle persone. E' una misura che danneggia in particolare i ciclisti di Monteverde. La prossima amministrazione, siamo sicuri, ripristinerà il servizio"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • la decisione è invece ragionevole, che aspettiamo che qualcuno si faccia male, per rimediare? Eppoi ci sono ancora tanti ciclisti decisamente arroganti ed incoscienti, che impunemente corrono sui marciapiedi, pretendendo che la gente si sposti, sopratutto anziani o chi ha un cane al seguito, per non parlare di quelli che vanno contromano o che vanno in bicicletta col cane al guinzaglio E pretendono pure di dare lezione di vivere civico.

  • vergognatevi!!! non solo ci date limitazioni di orari(05-07, 10-12, 20 fine servizio)ma mo manco possiamo più salirle...però intanto il 90%della gente non paga mentre noi abbiamo l'abbonamento...complimenti continuate a puntare sulle persone sbagliate!

  • Qualche mafioso ha investito nelle biciclette pieghevoli ed ecco subito una legge che obbliga i ciclisti pendolari ad acquistarle. Solita Italia

  • questo e uno schifo creano loro disservizio non mettono piu treni e se la prendono con i ciclisti e impediscono di viaggiare con le bici normali fate una petizione aiutateci

  • Dov'è le telecamera? E' uno scherzo vero? Ma chi fa ste leggi li prendi i mezzi pubblici? Sul tram e autobus di Roma le bici non salgono semplicemente perché non c'è nemmeno il posto per i cittadini figuriamoci ad entrare con una bicicletta....io non riesco a salire con il portatile!!!!!

  • Pericolo per le parti sporgenti? Addirittura gli specchietti???!! Che fesserie!

    • No le leve dei freni ad altezza occhi bambino per esempio.

      • Addirittura? Si parla di bambini rimasti offesi? Basta un pò di buonsenso e di civiltà da parte di tutti. Se il treno è pieno, si cerca di evitare di entrare. Ma Le assicuro che spesso le bici non danno alcun fastidio. Non so se Lei prende i treni Regionali. Io non porto la bici, ma non mi da assolutamente fastidio che ci sia qualcuno che la utilizzi.

        • buonsenso! civiltà! ma lei in quale paese vive? le ricordo che siamo in italia.

          • Lei non credo che sia un pendolare. C'è molta solidarietà tra i pendolari, quindi non credo e non ho mai visto nella bici un problema. Stamattina ce n'erano 2 e si viaggiava tranquillamente. E non ho visto bambini...

            • si ho capito ma una regola va pensata per le 24 ore non solo per gli orari dei pendolari, poi le regole sono necessarie perchè il buon senso e l'educazione e la civiltà in italia e cosa rara, il 4/6 mattina ero con la macchina in via ostiense nel tratto compreso tra torrino e lil viadotto della magliana, e c'era un allegra famigliola in bici papà con seggiolino e bambina e mamma al seguito, in quel tratto di la strada e ad una carreggiata 2 corsie doppio senso di marcia il codice della strada non vieta di andare con la bici su quel tratto di strada, ma il buonsenso dove sta? la saluto e buona giornata.

  • Prevedere autobus e metro (un vagone) che ad orario di passaggi prefissati possano accogliere bici e conduttori non la vedrei impossibile

  • "limitata fruizione del servizio" ma qual è sui mezzi pubblici lo spazio riservato alle bici e come usufruirne?

  • Ennesima dimostrazione che la nostra è una città da terzo mondo ormai

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Casamonica: Debora la 'gagè' ribelle della famiglia svela le logiche del clan

  • Politica

    Autodemolitori, nuovo scontro tra Comune e Regione: autorizzazioni interrotte senza aree alternative

  • Cronaca

    Ferita con due coltellate dal fidanzato: grave una donna. A dare l'allarme i vicini

  • Cronaca

    "Hanno sparato a mia figlia": bambina di un anno ferita alla schiena

I più letti della settimana

  • Casamonica l'erba cattiva di Roma: estorsioni e spaccio 31 arresti. Tra le vittime anche Marco Baldini

  • Sciopero treni: 21 e 22 luglio Trenitalia e Italo a rischio

  • Strade chiuse e bus deviati a Roma sabato 14 e domenica 15 luglio

  • Mafia a Roma: la Dia disegna la mappa dei clan, ecco chi comanda nella Capitale

  • Nuova tangenziale e galleria Giovanni XXIII, partono i lavori: tunnel chiusi fino al 5 agosto

  • Incidente in A1: morti un bambino di 6 mesi e i due genitori

Torna su
RomaToday è in caricamento